Lun. Mag 17th, 2021

 “Intanto la cosa più importante è quella di creare una metodologia di dialogo trasparente e privo di interessi locali per affrontare e sostenere la transizione di un sistema della gestione del ciclo dei rifiuti sempre emergenziale, condizionato dalla prevalenza di interessi privati, ad un sistema a prevalenza pubblica, pianificato e condiviso con i 404 comuni della Calabria.

 
Stiamo lavorando mettendo sopra a tutto, la sostenibilità del ciclo dei rifiuti, la raccolta differenziata spinta e il superamento dell’utilizzo delle discariche. Lo faremo unendo le comunità contro la criminalità e le lobby che nella divisione del popolo calabrese trovano ricchezza illecita e potere di dominio. Nel senso di appartenenza, nella voglia di dignità e di riscatto la Calabria è avanti, la Calabria è fiera”. Così, in una nota, l’Assessore all’Ambiente della Regione Calabria, colonnello Sergio De Caprio.
Sul tema rifiuti interviene anche Jole Santelli a detta della quale “è estremamente utile il confronto sul tema dei rifiuti, ed apprezzo molto la disponibilità offerta dai parlamentari M5s Parentela e D’Ippolito”.
“Sono temi – le parole dle Presidente della Regione – su cui si dovrebbe registrare una larga convergenza istituzionale, sia nel rifiuto della logica della continua emergenza sia nella discussione su un progetto d’insieme, per traghettare finalmente la Calabria da una situazione di Cenerentola d’Italia all’applicazione delle migliori tecnologie, capaci oggi di mettere a disposizione promettenti strumenti che rappresentano una nuova frontiera sul trattamento dei rifiuti”.
Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.