SLAI COBAS – LOCRIDE AMBIENTE UNA POLEMICA INFINITA

226

 Nuova puntata polemica dello Slai Cobas contro Locride Ambiente. Nella premessa di una lunga nota il segretario provinciale Nazzareno Piperno scrive “La battaglia contro il virus è in corso ma anche se la situazione migliora non possiamo certo abbassare la guardia. Perchè non ne siamo ancora fuori e c’è il rischio di una ricaduta”. Poi Piperno nella nota inviata agli organismi istituzionali e ai sindaci dei Comuni di Marina di Gioiosa, Monasterace, Grotteria , Motta San Giovanni e Siderno afferma di far proprio “come cittadini prima e come sindacalisti dopo ” l’ appello lanciato dalle Autorita” precisando, però, che c’è anche un altro “virus” da combattere che è quello – dice la nota – ” della cattiva amministrazione e della cattiva gestione aziendale che finisce con il tradursi nella violazione dei diritti dei lavoratori”. Nella lunga nota si contesta il comportamento della società Locride Ambiente – società a capitale misto pubblico e privato – ma anche di diverse amministrazioni Comunali “che per un verso o per l’altro con i loro comportamenti assecondano gli inadempimenti aziendali. Ci si riferisce, in particolare – precisa la nota – ai vari interventi sostitutivi delle stazioni appaltanti attivati dalla scrivente organizzazione nell’interesse dei propri assistiti per recuperare le retribuzioni maturate che la società, non corrisponde mai con tempestività anche adesso in questi difficili tempi di emergenza sanitaria in cui i lavoratori del comparto, per come giusto, non si sono mai fermati”. Questo strumento di tutela dei lavoratori – secondo Piperno nel territorio della locride viene applicato a macchia di leopardo a seconda della competenza e della buona volontà delle varie Amministrazioni. “Per cui si ha che, a fronte di molteplici richieste, in alcuni casi, come per il Comune di Siderno cui va il nostro plauso , – afferma Piperno – le procedure vengono tempestivamente attivate e proseguono celermente fino al pagamento dei lavoratori facendosi perfino carico del pagamento di altri lavoratori in servizio presso cantieri diversi. In altri casi, come per il Comune di Monasterace e di Grotteria, a fronte delle medesime richieste tutto tace”. La nota aggiungeper Grotteria quello che definisce un “aggravante” in quanto il sindaco Vincenzo Loiero ricopre contemporaneamente anche la carica di Presidente della Locride Ambiente. Poi, dopo ulteriori puntate polemiche, Locride Ambiente viene invitata “ad intensificare la propria attività di recupero degli asseriti ingenti crediti che vanta nei confronti dei Comuni piuttosto che perdere tempo ed energie preziose ad attaccare chi fa il proprio lavoro, gloriandosi di risultati che poi i fatti e la realtà giudiziaria smentiscono”, Piperno chiede, infine, che le Istituzioni ” intervengano a tutela della legalità” ribadendo nella nota che ” Se la battaglia contro il Coronavirus, come si spera, verrà vinta, ove le istituzioni non intervenissero, l’altro virus, quello cui prima si faceva cenno e che certo nasce prima del Covid-19, proseguirà a vivere e a proliferare continuando ad intaccare il tessuto sociale ed economico del nostro già disastrato territorio”.

ARISTIDE BAVA

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.