Dom. Mag 16th, 2021

Il presidente Mollica: «Raggiunti gli obiettivi, puntiamo a fare meglio»

In casa Locri si continua a ragionare sulle varie ipotesi legate alla prossima stagione agonistica, per la quale non mancano fondate perplessità connesse alle regole che si andranno a definire: per gli amaranto, naturalmente, sarà di particolare rilievo la decisione sulle modalità di svolgimento delle gare; la società conta, di solito, su una buona affluenza di pubblico e, quindi, la programmazione finanziaria non può non tenere conto di un’eventuale ipotesi di giocare a porte chiuse, che ridimensionerebbe necessariamente ogni discorso. In ogni caso si parte dal mantenimento del titolo di Eccellenza e si ipotizza, quanto meno, di poter migliorare le prestazioni della stagione interrotta, posizionandosi quindi nella parte alta della classifica. Con riguardo, poi, alla ventilata ipotesi di acquisire un titolo di categoria superiore (si è parlato del titolo della Cittanovese, la cui dirigenza ha comunicato di non proseguire), il presidente del Locri, Mollica ci tiene a precisare la chiara posizione della società amaranto: «Abbiamo mantenuto, per come erano i programmi iniziali, la categoria dell’Eccellenza e, quindi, ci vogliamo attrezzare per una stagione possibilmente con risultati migliori rispetto alla stagione bloccata dal Covid. Sulla questione Cittanovese abbiamo letto il comunicato societario e ribadiamo che il nostro interesse, com’è giusto che sia, è del tutto subordinato alle soluzioni che individuerà quella comunità sportiva. È fuor di dubbio che quando una comunità supera, al proprio interno, le difficoltà, è la soluzione migliore, nonché la più naturale. Il Locri manifesta interesse esclusivamente nella diversa ipotesi che soluzioni interne non se ne trovino». Ed il presidente aggiunge pure che il Locri potrebbe anche formalizzare domanda di ripescaggio.

CARMINE BARBARO (Gazzetta del Sud)

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.