IL “MIRACOLO” DEL MARCONI. I PRIMI ADULTI CONSEGUONO IL DIPLOMA.

411

Un altro anno scolastico è finito. Un altro difficile, faticoso, complicato anno scolastico è finito.

Il 2020 sarà ricordato, quasi sempre in negativo, per la pandemia, che ha cambiato radicalmente le nostre vite, i nostri rapporti, il nostro lavoro, tutto.

Ma all’I.I.S. Marconi di Siderno è successo un piccolo miracolo, una di quelle cose che ti fanno pensare:” Beh! Le cose possono davvero andare meglio; esiste una possibilità di riscatto”.

Mi riferisco ai Corsi di II Livello, che fino alla riforma del 2015, si chiamavano, anche con una certa “sufficienza”, corsi serali. Corsi per gli adulti che, decidono, con grande coraggio, durante il cammino della loro, a volte complicata, vita, di riprendere gli studi interrotti. Ragazzi che, “al momento giusto” non avevano capito l’importanza dello studio, donne e uomini adulti cui è stata negata la possibilità di studiare per motivi culturali o economici, persone di tutte le età che hanno incontrato difficoltà di varia natura e che hanno deciso di riprendere in mano la loro vita e di mettersi in gioco, riprovare: tornare a scuola.  

Per il Marconi di Siderno è un’esperienza relativamente nuova, questo è stato il secondo anno, ma sono già attivi due corsi, Amministrazione Finanza e Marketing (ex Ragioneria) e Costruzioni Ambiente e Territorio (ex Geometra). È possibile conseguire un diploma in tre anni, o anche meno, se si è già frequentato qualche anno delle scuole superiori; vi è l’opportunità infatti di frequentare due anni in uno. Il corso è strutturato su tre periodi: Il primo, che comprende le classi 1° e 2°; il secondo, 3° e 4° e il 3° periodo che corrisponde alla 5° classe del diurno.

Per noi dell’IIS Marconi, dalla Dirigente, Dott.ssa Clelia Bruzzì, che ha creduto molto in questo progetto, al Vicepreside Prof.re Bruno Pelle, il deus ex machina di questo corso, a tutti i Docenti che si sono alternati dietro le cattedre di queste aule stracolme di persone eccezionali, è stata un’esperienza esaltante. Vedere persone che, partendo da contesti di vita, problematiche personali, preparazione scolastica, completamente diverse, hanno ripreso in mano i fili della loro storia e sono ripartiti, acquisendo, col tempo, fiducia e progettualità per un futuro diverso e probabilmente migliore

Un’esperienza unica, sia dal punto di vista didattico che umano. Un‘opportunità di crescita per tutti, docenti e alunni, che si sono misurati in questi due anni con la Matematica, l’Italiano, la Geopedologia…etc…, ma soprattutto con loro stessi, raggiungendo risultati che neanche immaginavano.

Quest’anno abbiamo avuto due classi terminali che hanno affrontato, esattamente come i ragazzi, l’esame di stato, ottenendo risultati eccellenti, tanto da stupire il Presidente della Commissione d’Esame, che non si aspettava livelli tali in un corso per adulti. E invece no, gli alunni del Marconi hanno dimostrato grande determinazione, nonostante la difficoltà della didattica a distanza, che per loro è stata più problematica, rispetto ai ragazzi. Prima, la scuola era il momento per staccare dagli impegni, dalle famiglie, il tempo per concentrarsi, per studiare, per dedicarsi a loro stessi, mentre da marzo questo non è stato più possibile. Ma loro ce l’hanno fatta lo stesso, quindi maggiore è il plauso a queste persone che, tra mille difficoltà, si sono impegnate al massimo ed i risultati sono arrivati. Eccome se sono arrivati! Parlano i numeri: un 100, molti voti sopra il 90 e l’80. Un ottimo risultato dal punto di vista didattico, una grande soddisfazione per i Docenti che si sono spesi senza risparmiarsi per trovare sempre nuove strategie di insegnamento in un contesto tanto eterogeneo.

Al di là dei risultati (ottimi), colpiscono le loro storie, che come fiumi, anche dai percorsi tortuosi, alla fine, hanno trovato il loro mare. Le storie dei singoli, che fanno la nostra Storia.

La luce di orgoglio negli occhi di una signora, non più giovanissima, con figli, famiglia, uno, due e anche tre lavori, che ha concluso un Esame brillante, impressionando, con la sua dialettica, la commissione (e sé stessa), mentre pochi minuti prima era convinta di non poter affrontare l’Esame.  Il trentenne che ha passato due anni pensando che non ce l’avrebbe fatta, che non ne sarebbe stato all’altezza e invece, come direbbero oggi i ragazzi, ha spaccato, meritando il bonus. Una coppia, marito e moglie, che nei pomeriggi bui d’inverno venivano a scuola con il loro bambino, come fanno anche molte altre mamme nostre allieve, che non possono lasciare i loro figli soli, che hanno preso il diploma insieme (grande insegnamento per il figlio). Poi c’è chi è tornato a scuola per imparare tutto il possibile, tutto quello che non aveva potuto conoscere, con quella voracità di sapere che è difficile trovare in un adulto.  Il ragazzo o la ragazza bullizzati, che avevo mollato, pensando di non farcela e adesso hanno un diploma. Lo studente modello, sì c’è anche questo, che aveva dovuto abbandonare, più che gli studi, i suoi sogni, i suoi progetti di vita, che trova, forse, nel voto più alto una conferma al suo innegabile valore. Tante storie, tante vite che si sono incrociate ed hanno fatto un pezzo di strada insieme alla famiglia del Marconi, per giungere a risultati veramente notevoli.

Persone che ci hanno creduto, fino in fondo, persone con cui abbiamo lottato quotidianamente, e abbiamo vinto, insieme.

 

Prof.ssa Margherita Milanesio

Coordinatrice Corsi di II Livello

I.I.S. Marconi di Siderno

 

 

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.