IL VIRUS HA “MESSO LE ALI” ALL’AMBITO TERRITORIALE

392

Calabrese soddisfatto:sono state rafforzatele attività di tutela sociale

L’Ambito territoriale di Locri, anche durante l’emergenza Covid-19 ha svolto, per i 23 comuni che vi aderiscono, una grande funzione sociale in direzione della difesa dei più deboli. Ad affermarlo, nel corso dell’assemblea dei sindaci, svoltasi nella sala del consiglio comunali di Locri, Giovanni Calabrese, sindaco del Comune capofila dell’Ambito territoriale. «Nemmeno il coronavirus – ha evidenziato Calabrese – ha interrotto le attività dell’Ambito territoriale di Locri che, anzi, ha rafforzato le tutele sociali proprio nel periodo di maggiore emergenza, attivando un servizio di assistenza domiciliare per i più deboli e ha gestito la raccolta e distribuzione dei beni di prima necessità per numerosi comuni della Locride».

Non a caso durante la partecipata assemblea dei sindaci è stata espressa una corale soddisfazione per i risultati raggiunti e per i progetti in atto. In particolare il presidente dell’Ambito ha esternato grande soddisfazione per aver constatato «la rinascita sul territorio di un Ente intercomunale che sta operando in completa autonomia, nell’interesse dei tanti residenti bisognosi e a tutela delle fasce più deboli. Inutile – ha evidenziato Calabrese – sottolineare la valenza sociale che le attività, svolte quotidianamente, stanno avendo sul territorio. Gli operatori entrano direttamente nelle case degli utenti, degli indigenti, dei bisognosi, ne conoscono le caratteristiche e sono così pronti ad intervenire nel giusto modo e con il corretto mezzo».

Non solo assistenza e supporto, «ma anche problem solving, conforto e aiuto reale e concreto, con l’instaurazione di un legame prettamente umano, oltre che professionale, che va ben oltre le attività previste, ma che porta a riscoprire quelli che sono i reali valori all’interno di un territorio che non li ha mai persi, ma che in qualche modo andavano evidentemente riscoperti». L’assemblea non solo ha discusso delle progettualità già avviate, ma ne ha approvate, all’unanimità, anche delle nuove, come il “Progetto gruppi di sostegno Covid ed impatto su bambini e adolescenti”, il progetto “Coping Power” (programma per il controllo e la gestione della rabbia e aggressività in bambini e adolescenti), “Benessere corpo e mente”, rivolto alle mamme e volto all’educazione e alla consapevolezza di se stesse, nonché “Tecniche di rilassamento per gli operatori sociali dell’Ambito”.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.