‘NDRANGHETA E POLITICA A REGGIO CALABRIA, CHIUSA L’INCHIESTA “LIBRO NERO”: 19 INDAGATI

368

Nell’elenco spiccano i nomi degli ex consiglieri regionali Alessandro Nicolò e Sebi Romeo. C’è anche l’ex assessore regionale del Pd Demetrio Naccari Carlizzi

Avviso di conclusione indagini per 19 persone accusate, a vario titolo, di associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, estorsione, turbata libertà degli incanti, porto illegale in luogo pubblico di arma comune da sparo con l’aggravante dell’agevolazione mafiosa e tentata corruzione per atto contrario ai doveri d’ufficio. E’ quanto ha notificato la Procura distrettuale antimafia di Reggio Calabria guidata da Giovanni Bombardieri nell’ambito dell’inchiesta scaturita un anno fa nell’operazione “Libro Nero”. Una vera e propria bufera giudiziaria che si è abbattuta sulla città di Reggio Calabria.

I nomi. L’avviso di conclusione indagini riguarda, oltre ad esponenti di primo piano della cosca Libri, i due ex consiglieri regionali Alessandro Nicolò e Sebi Romeo. Il primo è l’ex vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria eletto con Forza Italia e poi passato in Fratelli d’Italia mentre il secondo è stato capogruppo del Pd in Consiglio regionale nella precedente legislatura. Tra gli indagati figurano anche l’ex assessore regionale del Pd Demetrio Naccari Carlizzi e i fratelli Demetrio e Francesco Berna, due imprenditori molto noti a Reggio Calabria. Francesco Berna è stato anche presidente dell’Ance Calabria, l’associazione dei Costruttori Edili.

SERVIZIO DI MARIA TERESA CRINITI

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.