4 Dicembre 2020

Un momento coinvolgente ed emozionante per il team IGEA 2.0 del Liceo Scientifico Zaleuco di Locri, guidato dal Dirigente Prof.ssa Carmela Rita Serafino, che, durante l’evento online di premiazione del percorso ASOC (A Scuola di Open Coesione) ha ricevuto il premio speciale “Miglior sfida raccolta”. Una soddisfazione che ha ripagato un percorso di monitoraggio civico non privo di spinosità, acuite anche dal sopraggiungere dell’emergenza COVID 19, come afferma la motivazione del premio: “Per la capacità di monitorare un progetto di grande impatto sociale in un’area marginale, caratterizzata da una significativa distanza dai principali centri di offerta dei servizi essenziali”. I ragazzi, fin da subito, hanno voluto abbracciare il progetto finanziato per la Casa della Salute di Siderno, dimostrando un profondo interesse verso un’annosa criticità di questo territorio: la sanità, messa ancora più in evidenza dagli eventi del Coronavirus, che ha fatto sbalzare la tematica a livello mondiale, accendendo un riflettore sull’organizzazione e il miglioramento dei servizi  sanitari nel proprio ambiente, nonché sulle difficoltà burocratiche che ostacolano l’attivazione di tali servizi e di tutto quello che è orientato al benessere dei cittadini. Attraverso un’attenta ricerca di dati, di una produzione esaustiva di grafici esplicativi sul tema e ad un’ottima capacità espositiva e redazionale, con la modalità del data journalism, il team IGEA 2.0 ha saputo trasmettere all’ambiente in cui vivono un messaggio forte di speranza, cambiamento e miglioramento, perché le nuove generazioni non si accontentano più di essere spettatori, ma attori qualificati e responsabili che vogliono plasmare il sociale fin nelle fondamenta, per realizzare un futuro equo e sostenibile. Chiaramente i ragazzi, forti di una preparazione solida, strutturata e approfondita, come il Liceo Zaleuco ha saputo loro trasmettere, hanno potuto, attraverso ottime competenze acquisite, valorizzarsi come cittadini attivi, fuori dalle mura scolastiche, andando a completare una formazione improntata su un processo educativo dinamico: la cultura diventa viva ed edificante. Un plauso, allora, a tutti i 25 ragazzi del team IGEA 2.0, che sono stati supportati, per tutto l’itinerario, sia in presenza che in modalità a distanza, dall’Edic Eurokom di Gioiosa Jonica, diretto dalla dott.ssa Sandra Tuzza, dai referenti scolastici, prof.ssa Giulia Canturi e prof.ssa Luisa Totino, e da tutta l’Istituzione scolastica, con la certezza che questo percorso di Open Coesione abbia innescato una reazione a catena di sensibilizzazione alle Amministrazioni locali, ai Soggetti attuatori, ai rappresentanti istituzional, che prossimamente incontreranno, e al cuore dei cittadini, e come diciamo sempre noi del team IGEA 2.0, il monitoraggio “deve” continuare….ora più che mai!

 

                                                                                         Prof.ssa Luisa Totino

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.