CALCIO DILETTANTI | IL ROCCELLA CORRE AI RIPARI LA SQUADRA SARÀ RIFONDATA

320

Difficilmente resteranno i big del torneo passato

Anche se le difficoltà economiche, per via di pesanti debiti lasciati dalla società precedente, quella che ha mal gestito l’annata calcistica 2018-2019 (un errore madornale consegnare a suo tempo a pseudo “salvatori della patria” le redini del club) continuano a rimanere pesanti e di difficile soluzione, si prova a guardare avanti.

Stando a quanto è stato confermato fino a ieri dal neo presidente amaranto, Romeo Bruno, il Roccella Calcio sarà regolarmente iscritto al prossimo campionato di serie D. È chiaro, comunque, che dopo l’avvenuta iscrizione e la presentazione in Lega delle dovute garanzie finanziarie (fideijussione e altre incombenze di natura burocratica e amministrativa), all’interno del club ionico, come ha voluto in queste ultime ore evidenziare il vicepresidente Rocco Femia, si inizierà per quanto concerne tutti i dirigenti, nessuno escluso, a lavorare in modo massiccio e, soprattutto, a contribuire in modo fattivo sul piano economico. Il solo impegno, insomma, non basta più: ci vogliono mani al portafoglio, risorse economiche fresche, sponsor e vendita a tappeto di abbonamenti.

Per merito, comunque, degli aiuti economici elargiti da un’impresa commerciale che si occupa, in campo nazionale, di energia elettrica, la società amaranto si è garantita la presentazione della fideijussione. Dopo aver tamponato falle economiche per oltre 25 mila euro, restano ora da coprire altri 15 mila circa di debiti per via di alcune vertenze e, allo stesso tempo, trovare altri 20 mila euro circa per iscrivere la squadra al campionato.

Capitolo tecnico. Dopo la giusta riconferma sia del tecnico, Franco Galati, sia del ds, Francesco Curtale, la società reggina, seguendo ovviamente le indicazioni dell’allenatore e del ds, farà di tutto per mettere nelle condizioni il trainer di poter iniziare, l’8 agosto e con un gruppo di almeno 20 giocatori, la preparazione. Appare chiaro che le difficoltà economiche che quest’anno la compagine amaranto dovrà affrontare costringeranno l’allenatore e il ds a comporre un team con all’interno tantissimi giovani, gran parte dei quali alla prima esperienza in serie D.

Del cosiddetto “zoccolo duro” della passata stagione (Scuffia, Coluccio, Liviera, Malerba, Faiello, Perkovic, Leveque, Kamara, Suraci e Achik, tanto per citare alcuni) difficilmente rimarrà qualcuno. Nel mirino, comunque, del ds Curtale ci sono un difensore centrale, ex Lanciano e Agnonese, 2 giovani (un difensore e un centrocampista) del Crotone, un giovane difensore centrale della Reggina, un esterno d’attacco, ex Giugliano e un giovane tedesco che l’anno scorso giocava nella terza serie inglese.

ANTONELLO LUPIS (Gazzetta del Sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.