CICLISMO: LUCIA MINERVINO, CALABRESE DOC: 23 ORE PER SCALARE LE DOLOMITI

229

23 ore di gara e quasi 22 ore di pedalata allo stato puro per Lucia Minervino (leader da anni del Trofeo dei Parchi Naturali) che ha così conquistato una “gara per duri” aggiudicandosi nella sua categoria la “Dolomitica 380”.

 
Gara spettacolare di UltraCycling, riservata ad un massimo di 60 “specialisti” che si tiene sulle dolomiti con partenza da Sarmeda in provincia di Treviso. Una disciplina del ciclismo dove le gare hanno una durata minima di 24 ore e diverse variabili, come la gestione della notte, della fatica, degli approvvigionamenti, oltre alla distanza da percorrere che fanno la differenza rispetto alle gare “tradizionali”e poi tanta ma tanta salita.
Una gara per pochi quella dell’atleta Calabrese, 380 chilometri, con un dislivello di diecimila metri e un picco di altitudine di 2300 metri con pendenze per professionisti del settore.
38 le ore a disposizione per completare questa dura gara che fanno di questa manifestazione, che si corre tra parchi nazionali e bellezze naturali, una corsa intensa per gli amanti delle granfondo con l’ambizione di alzare sempre più l’asticella dei propri limiti, così come ha fatto Lucia Minervino stando in sella 21 ore e 47 minuti tra Passo San Boldo, Passo Gardena fino passando per ok Gaiardin e guadagnandosi il primo posto tra le donne.
Ma per Lucia, presidente della Pollino Bike Tours, le sfide non finiscono qui perché conoscendola ha probabilmente già in mente di prepararsi già per una nuova sfida.
Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.