ECCELLENZA | IL LOCRI TARGATO CARIDI STA PER PRENDERE FORMA

148

Si punta anche ad allargare il fronte societario per alzare l’asticella delle ambizioni

Prosegue alacremente il lavoro della dirigenza amaranto per trovarsi pronti all’appuntamento con la nuova stagione; il torneo di Eccellenza si preannuncia, come al solito, molto impegnativo e per ambire a posizioni di prestigio occorre allestire un team di qualità. Intanto, com’è ormai noto da qualche giorno, è stata occupata la casella dell’allenatore: la scelta è ricaduta su Alessandro Caridi, guida giovane ma già ben quotata in ragione degli ottimi risultati ottenuti nei primi anni da tecnico, soprattutto nell’ultimo biennio con la Stilese, approdata in Eccellenza.

Caridi era il nome che si sentiva più insistentemente ed alla fine la scelta locale (è di Locri), a parte le riconosciute qualità del tecnico, ha avuto il sopravvento su altre ipotesi che pur non mancavano. E non v’è dubbio che il nome di Caridi abbia incontrato il favore della comunità sportiva cittadina: il nuovo mister è stato anche calciatore del Locri e vanta inoltre una consolidata tradizione familiare di positivo impegno nel mondo del calcio. Anche i fratelli Tonino e Luigi infatti, sono stati ottimi calciatori e adesso allenatori .

Definito il mister, si pone, adesso la questione dell’organico; oggi Caridi dovrebbe di nuovo incontrare la dirigenza per un confronto. Ci si dovrebbe orientare, per gli over, sul mantenimento di alcune significative pedine della scorsa stagione, cui si abbinerebbero elementi che Caridi indicherebbe alla società, in modo da costituire un quadro over di assoluta garanzia per aspirare a posizioni di alta classifica; non trapelano ancora nomi, ma già dai prossimi giorni le indicazioni saranno concrete. In chiave under sono in corso contatti con società professionistiche per pescare in settori giovanili di consolidata esperienza.

Fronte pure aperto è quello dell’allargamento della base societaria, che, giocoforza, va di pari passo con il programma societario: maggiore sarà il coinvolgimento di nuovi soci e maggiori ambizioni si potranno coltivare; rimane, ovviamente, da verificare con quali modalità si svolgeranno le gare (con o senza pubblico), elemento dal quale necessariamente dipenderà la disponibilità di nuove forze ad essere coinvolte nell’attività societaria.

CARMINE BARBARO (Gazzetta del Sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.