I VIGILI DEL FUOCO CALABRESI DELLA FNS CISL SCRIVONO AI LORO PARLAMENTARI

127

Finalmente, dopo decenni di profonde disparità economiche con gli altri Corpi dello Stato, anche grazie alle rivendicazioni della FNS CISL, il Governo ha stanziato importanti risorse economiche, nel triennio 2020-22, per valorizzare il lavoro che i Vigili del Fuoco quotidianamente svolgono a favore della collettività.

Apprezziamo molto l’impegno profuso dall’esecutivo e dal Parlamento per raggiungere questo importante risultato, purtroppo però lo ha fatto senza coinvolgere le rappresentanze dei lavoratori, senza esperire la fase di contrattazione con il sindacato di tali emolumenti a beneficio del personale del CNVVF.

Tale scelta unilaterale, infatti, non ha determinato un’equa distribuzione delle risorse finanziarie tra il personale e non ha realizzato l’equiparazione previdenziale dei Vigili del Fuoco con le Forze dell’Ordine.

Poiché le misure di che trattasi, sono state inserite all’interno del Decreto Legislativo “Semplificazioni”, abbiamo scritto ai nostri parlamentari chiedendo loro di proporre e sostenere, con la loro autorevolezza, specifici emendamenti legislativi in grado di migliorare la norma con il fine di ottimizzare la condizione retributiva e quella previdenziale dei Vigili del Fuoco.

Per il giorno 22 luglio 2020 la FNS CISL ha proclamato, attraverso diverse iniziative in tutto il paese, una giornata di mobilitazione e sensibilizzazione per i diritti dei Vigili del Fuoco, che riteniamo doverosa e sacrosanta nei confronti di una categoria di lavoratori essenziale per il paese.

 

 

IL SEGRETARIO GENERALE

Filippo Vilasi*

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.