Gio. Mag 13th, 2021

“Polemica montata ad arte, video non offensivo per nessuno”

“I dati diffusi dall’emittente Telemia, che nei giorni scorsi nelle sue seguitissime trasmisisoni non è stata molto tenera con il mio spot, dimostra un fatto che io avevo ben chiaro: il popolo calabrese condivide il mio impegno e le mie lotte. Il mio amico Luca Zaia è rimasto bocciato. Ma non godo per questo. Solo che lui non conosce questi territori, mentre io li bazzico da 5 anni. Ho fatto anche io degli errori, lo ammetto, e ne farò altri. Ma le calabresi e i calabresi me li perdonano perché sono tra loro, con loro. Non parlo da un piedistallo, non scrivo per sentito dire da una redazione di Milano. E poi sono stanchi di essere descritti come mafiosi, narcos e sequestratori di persone. Questi fatti riguardano l’1% della popolazione!”. Lo ha dichiarato Klaus Davi, consigliere comunale di San Luca (RC) e autore dello spot per promuovere il turismo nella Locride di cui si è molto duscusso sui mass media. Davi ha poi aggiunto: “Non abbiamo offeso nessuno, ma abbiamo accettato di tagliare il video senza problemi: un gesto di distensione che qualcuno non ha colto, continuando a farmi la guerra, anche personale, e insultandomi con battute omofobe. Da una parte criticano, dall’altra copiano facendo video di risposta. Ci sta, fa parte del gioco”.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.