MONSIGNOR GIULIO CERCHIETTI, OFFICIALE DELLA CONGREGAZIONE PER I VESCOVI DELLA SANTA SEDE E RESPONSABILE MONDIALE DEGLI ORDINARIATI MILITARI, ASSIEME AL PRESIDENTE FESTICINI E A UNA DELEGAZIONE DELL’INA, IN VISITA AL SANTUARIO NOSTRA SIGNORA DELLO SCOGLIO

691

Mercoledì scorso, 29 luglio 2020, presso il Santuario Nostra Signora dello Scoglio, fondato da Fratel Cosimo Fragomeni da oltre mezzo secolo, si è registrata la visita di una illustre personalità ecclesiale. Infatti, a Santa Domenica di Placanica è giunto monsignor Giulio Cerchietti, Officiale della Congregazione per i Vescovi della Santa Sede, responsabile mondiale degli Ordinariati Militari, accompagnato dal presidente e fondatore dell’Istituto Nazionale Azzurro, Cav. Dott. Lorenzo Festicini, dal vicepresidente, dott. Antonello Faraone dal responsabile locrideo, Ercole Sansalone e da altri associati e famigliari. Noto con l’acronimo INA, l’Istituto è un’associazione umanitaria operante in territorio nazionale ed internazionale, che persegue finalità culturali, di studio, di ricerca e di solidarietà favorendo ed incentivando, il dialogo e lo scambio interculturale ed interreligioso tra i popoli e il cui presidente onorario è il Cardinale Giovanni Battista Re, Decano del Collegio Cardinalizio, Prefetto emerito della Congregazione per i Vescovi e Presidente emerito della Pontificia Commissione per l’America Latina.
Monsignor Giulio Cerchietti, sacerdote di elevatissimo livello spirituale, etico e culturale, ha presieduto la Santa Messa, con accanto il rettore del santuario, padre Raffaele Vaccaro e ha toccato il cuore e le coscienze di tutti con una illuminante omelia. Definendo il santuario “Sorgente dell’Anima” e Fratel Cosimo quale anima prescelta da Dio, come santa Bernadette di Lourdes, l’eminente figura ecclesiale ha evidenziato una spiritualità così profonda da far trasparire una interiorità che è tipica dei santi. Veramente una figura straordinaria, a detta di tanti pellegrini che hanno ricevuto parole di fede e di esortazione alla vita cristiana nel “Luogo di Dio”. Un luogo scelto per la riconciliazione degli uomini, attraverso il sacramento della riconciliazione. Le confessioni, in effetti, presso il santuario Nostra Signora dello Scoglio, sono innumerevoli i casi, registrati, di conversione spirituale, da parte di persone lontane da Dio e dalla Sua Santa Chiesa. Anche il dottor Festicini, persona molto sensibile ed elevata, ha manifestato gioia, per l’esperienza di fede vissuta a Santa Domenica di Placanica. Del resto, prodigandosi da sempre per la tutela dei diritti dell’uomo con numerose iniziative in favore degli ultimi e dei bisognosi, ha maturato una ammirevole coscienza interiore cristiana, più unica che rara. A seguire la delegazione il coordinatgore generale del Santuario, dott. Giuseppe Cavallo.

Monsignor Giulio Cerchietti e Fratel Cosimo




Monsignor Cerchietti e il presidente Festicini in preghiera dinnanzi al quadro di Nostra Signora dello Scoglio, presente nella cappella adiacente allo Scoglio delle apparizioni


Foto ricordo: il primo a destra il presidente dell’Istituto Nazionale azzurro, cav. dr. Lorenzo Festicini; il terzo da sinistra il vicepresidente, dr. Faraone; il secondo da destra, il responsabile di zona, Ercole Sansalone.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.