SERIE D | ROCCELLA, DAL SALVATAGGIO IN EXTREMIS AI PROGRAMMI AMBIZIOSI PER IL FUTURO

237

Il dado è tratto. Dopo aver ripianato una montagna di debiti lasciati dalla precedente società, quella che ha gestito in modo scriteriato il torneo 2018-2019, la nuova società del Roccella Calcio, con a capo il neo presidente Romeo Bruno, ha regolarmente iscritto la società ionica al campionato di serie D, esibendo pure le garanzie bancarie relative di fideiussione.

Per il suo settimo anno consecutivo, quindi, il Roccella disputerà regolarmente il campionato di quarta serie, rimanendo così nel cosiddetto “olimpo” del calcio dilettantistico nazionale. Oltre ai meriti da assegnare alla nuova società e agli sportivi roccellesi che in massa hanno contribuito o sottoscritto decine di abbonamenti, la vera impresa – grazie alla regia dietro le quinte del riconfermato allenatore Francesco Galati – l’ha compiuta, rimettendo a posto i conti e presentando in banca le dovute garanzie, un’impresa di Rimini che si occupa di marketing, sport e spettacoli, la “Luman Service” di Andrea Ulizio.

È grazie alla nota azienda emiliana, che sarà affiancata da altre due grosse aziende del Nord Italia, la “Eicom” e la “Evox”, impegnate in campo energetico e tecnologico, che il Roccella Calcio non solo avrà un futuro sportivo nel calcio che conta ma avrà un sostanzioso sostegno economico durante tutto il prossimo torneo di serie D.

«Da questo momento in poi – ha voluto evidenziare il nuovo direttore generale del club, Andrea Ulizio – a Roccella sarà tutta un’altra musica. Qui ci sono i presupposti per far bene calcio e per far crescere ancora di più, non solo dal lato sportivo, la cittadina e l’intero comprensorio. A breve, oltre al programma di rilancio del club, annunceremo le amichevoli di prestigio che il Roccella giocherà prima dell’inizio del campionato, cominciando così ad alzare l’asticella della notorietà».

Capitolo tecnico. Dopo la meritata riconferma sia del tecnico Franco Galati sia del ds Francesco Curtale, la società reggina è ora impegnata ad allestire il team, per poter iniziare nella prima decade di agosto la preparazione. Si punterà a molti giovani di belle speranze, pescando nel settore giovanile di Crotone, Reggina e Catanzaro. Del cosiddetto “zoccolo duro” della passata stagione (Scuffia, Coluccio, Liviera, Malerba, Faiello, Perkovic, Leveque, Kamara, Suraci e Achik) difficilmente rimarrà qualcuno.

Nel mirino del ds Curtale ci sono un difensore centrale, ex Lanciano e Agnonese, due giovani (un difensore e un centrocampista) del Crotone, un giovane difensore centrale della Reggina, un esterno d’attacco ex Giugliano e un giovane tedesco che l’anno scorso giocava in terza serie inglese.

ANTONELLO LUPIS (Gazzetta del Sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.