SIDERNO: SI APRE IL SIPARIO DELLA CULTURA, AL VIA “SETTE LIBRI PER SETTE SERE”

170

Partirà domani, lunedì 27 luglio, la settima edizione di “Sette Libri per Sette Sere”, evento culturale organizzato dall’Associazione Amici del Libro e della Biblioteca che si svolgerà presso il giardino della Biblioteca Comunale di Siderno. In questa settima edizione, patrocinata dal Comune di Siderno e in partnership con lo spazio culturale “MAG.

Ladra di libri”, l’associazione ha voluto arricchire la propria offerta di intrattenimento. Quest’anno, infatti, al tradizionale appuntamento serale con la rassegna letteraria in cui si avvicenderanno autori calabresi e non solo, selezionati da Alb così da dare vita a un programma ricco e variegato, capace di destare l’interesse del pubblico più vasto, si aggiunge l’appuntamento pomeridiano interamente dedicato all’arte.

 

A inaugurare questa settima edizione sarà, nel pomeriggio, a partire dalle 18, il pittore Damocle Argiró, sidernese d’adozione che ama ritrarre la natura, quella pura, incontaminata, di un tempo. Da sempre ambientalista, l’artista ama rievocare e riappropriarsi di certi simboli di libertà che cerca di raffigurare nei paesaggi marini, negli antichi borghi rurali, in episodi semplici di vita quotidiana, nei personaggi storici ed emblematici delle cittadine calabresi. Damocle Argiró vanta una carriera ricca di successi e significativi apprezzamenti ottenuti anche al di fuori della Calabria.

 

Alle 21:30 si passerà, quindi, alla rassegna letteraria. Verrà presentato il libro “Cosa rimane dei nostri amori” di Olimpio Talarico, scrittore crotonese, nato e vissuto a Caccuri, ma che oggi vive a Bergamo. “Cosa rimane dei nostri amori” è un giallo avvincente che si snoda nella seconda metà del 900. Una “storia meridionale” il cui protagonista è Caccuri, un borgo che è un piccolo scrigno di ricchezze contrastanti, di asprezze e dolcezze insieme. Con i suoi odori, i suoi sapori, i suoi colori. E naturalmente i suoi misteri. Il romanzo di Talarico ha ricevuto il plauso di un grande giornalista italiano, Ferruccio De Bortoli, che lo ha proposto per il prestigioso Premio Strega.

Dopo i saluti del presidente Cosimo Pellegrino, dialogherà con l’autore il giornalista Gianluca Albanese. Interverranno Giuseppe Gervasi, avvocato, poeta e scrittore, ex vice sindaco di Riace, e Rosario Rocca, scrittore ed ex sindaco di Benestare.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.