SIDERNO:INCENDIATI O GETTATI DALL’AUTO RIFIUTI, ORMAI È UNO SCEMPIO

212
L’emergenza non può “tollerare” anche l’inciviltà

Mentre sono in corso nell’impianto di trattamento di San Leo i lavori per l’abbattimento degli odori sgradevoli che hanno provocato in quest’ultimo periodo una valanga di proteste, arrivano puntuali i soliti incivili che nelle ore notturne incendiano l’immondizia in strada. Un modo di disfarsi dei rifiuti abbandonati in varie zone della città pericoloso per la diossina che si sprigiona e ovviamente molto fastidioso. Un problema, quello dei rifiuti, che non rende giustizia alla città (e a molti altri comuni della Locride) che malgrado tutta la buona volontà dei commissari straordinari e dei lavoratori di Locride Ambiente sinora, per tutta una serie di vicissitudini, non ultima delle quali il blocco delle discariche che ha interessato l’intera Calabria, non si è riusciti a risolvere. Un problema di quelli in grado da soli di compromettere per intero una stagione balneare in tempi normali, figurarsi dopo una crisi sanitaria di portata mondiale. E in effetti il cronista parlando con i turisti è costretto a constatare che i rifiuti in strada lasciano tutti basiti, sono letteralmente una macchia per la città e l’intero comprensorio. Se a ciò si aggiunge lo sgradevole odore dell’immondizia data alle fiamme, il quadro è desolante.

Resta la speranza che si accelerino i tempi per la normalizzazione dell’impianto di trattamento dei rifiuti che, come ha anticipato la presidente dell’Osservatorio cittadino Mariarosaria Tino dopo le ripetute richieste, è in corso di risoluzione: si sta infatti lavorando sul biofiltro e il problema dovrebbe essere risolto ad agosto.

Un caso eclatante è rappresentato, ad esempio, dalla piccola discarica a cielo aperto sulla Statale 106, al confine tra Siderno e Locri nella piazzola di sosta presso il ponte che divide le due città Cumuli di rifiuti buttati alla rinfusa dalle auto: si fa appena in tempo a ritirarli e in poco tempo tutto torna come prima. Sarebbero davvero opportuni maggiori controlli: tra lancio del sacchetto e incendi, l’emergenza rifiuti è sempre più disgustosa e intollerabile.

ARISTIDE BAVA

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.