CISL FP, LAMENTELE DA PARTE DEL PERSONALE CHE HA DIFFICOLTÀ A FRUIRE DELLE FERIE ESTIVE

119

Il ricorso alla pensione anticipata per quota 100, hanno determinato una pericolosa riduzione delle forze in campo che riguarda tutte le categorie, Medici, Infermieri, Tecnici Sanitari

Poichè giungono lamentele da parte del Personale che ha difficoltà a fruire delle ferie estive previste dal CCNL, considerando che nonostante tutto per abnegazione e spirito di appartenenza molti Lavoratori non si preoccupano tanto della fruizione e del giusto riposo ma di far funzionare le Unità Operative, dovendo tutelare la salute dei Lavoratori stessi, tenendo conto che in quasi tutti i Reparti e Servizi le 250 ore procapite di Straordinario sono già a metà anno esaurite, evidenziando che non si riesce più a garantire i turni, si chiede con urgenza di provvedere all’invio di Personale a tempo determinato per scongiurare il fermo e le difficoltà che potrebbero derivare da tale carenza.
Quanto sopra in considerazione delle numerose segnalazioni alla Direzione Strategica che si ringrazia per l’impegno finora profuso e tenuto conto della possibilità assunzionale contenuta nel piano del fabbisogno 2020 che è già approvato, oltre alla necessità di sostituire tutto il Personale in lunga malattia, gravidanza ecc. che da anni non viene rimpiazzato.
La continua fuoriuscita di Dipendenti dovuta agli effetti dell’elevata età media che si registra nell’ASP di Reggio Calabria e il ricorso alla pensione anticipata per quota 100, hanno determinato una pericolosa riduzione delle forze in campo che riguarda tutte le categorie, Medici, Infermieri, Tecnici Sanitari ecc.
Nelle more dell’urgente intervento richiesto che potrà dare risposte all’Utenza e offrire la possibilità delle ferie estive al Personale Dipendente che per contratto devono essere garantite tra giugno e settembre, per il tempo strettamente necessario, si chiede di velocizzare l’autorizzazione al superamento delle 250 ore di straordinario.
Tale importante e provvisoria soluzione, accompagnata dagli altri interventi richiesti eviterà sicuramente disagi all’Utenza che per effetti della pandemia ha già subito il blocco delle prestazioni differibili e non può sicuramente rinviare ulteriormente il bisogno di cure ed assistenza.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.