CISL FP REGGIO CALABRA SULL’ OSPEDALE DI LOCRI: MA QUALE COMMISSARIAMENTO

148

La CISL FP ha appreso dalla stampa odierna notizie su un ipotetico commissariamento  dell’Ospedale Spoke di Locri, tutto però risulta falso ed infondato.

Infatti si tratterebbe di un utile supporto della Direzione Sanitaria del Presidio Ospedaliero di Locri, finalizzato alla gestione del Pronto Soccorso dello stesso presidio.

Su questa linea, quella del supporto e dell’interazione la CISL FP non può che trovarsi favorevole, sarebbe stato meglio anticipare l’aiuto di cui un Ospedale come quello di Locri ha bisogno ma non è mai troppo tardi.

Molti importanti adeguamenti erano stati fatti nel Nosocomio, grazie all’impegno profuso dalla Direzione sanitaria Ospedaliera in sinergia con la Direzione Strategica, facilitando l’accesso alla sala Prelievi, migliorando le condizioni degli ambulatori e mettendo in atto azioni di limitazione all’accesso libero nei locali ospedalieri.

Locri rappresenta la più grande realtà ospedaliera di tutta l’ASP della Provincia di Reggio Calabria e non è stato sicuramente semplice attuare il percorso di adeguamento che è ancora in atto e che necessitava proprio di supporto, pare che già in pochissimi giorni siano stati registrati alcuni importanti passi verso l’abbattimento delle criticità esistenti, non si discute sulla qualità dell’iniziativa, il valore delle risorse messe in campo e la possibilità di un repentino cambiamento in positivo.

Nessun Commissariamento che con tono punitivo era stato annunciato, piuttosto un valido e collaudato aiuto in favore di una realtà tanto complessa quanto trascurata negli anni e che finalmente attrae attenzione e supporto da parte della Direzione Strategica.

Cambiano i toni, cambia la sostanza, cambia il metodo, la CISL FP si augura che cambi la rotta e che gli accessi al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Locri siano filtrati dal livello ambulatoriale che sta per riprendere pieno ritmo, dall’intervento del filtro Distrettuale che rientrerebbe nel programma affidato, dall’invio di Medici, Infermieri, OSS oltre che dall’ottimizzazione dei percorsi per una rapida risposta ai tamponi COVID.

Le attese disumane per l’accesso ai reparti erano già state denunciate dalla CISL FP che aveva ripetutamente chiesto l’accreditamento degli Ospedali Spoke sulla metodica, nulla era  ancora cambiato sull’indagine sierologica, si è appreso con  soddisfazione che le procedure sono in netto miglioramento sui tempi di invio ed esecuzione e sono state intraprese iniziative di rafforzamento della vigilanza.

La CISL FP osserverà  in termini collaborativi le azioni intraprese che nei termini giusti possono incidere in modo risolutivo sul primo ed importantissimo “biglietto da visita” dell’Ospedale che è proprio il Pronto Soccorso, con l’augurio che i “rinforzi” all’Ospedale di Locri continuino fino a ripristinare ogni Unità Operativa e a ridare dignità e operatività al più grande Ospedale dell’ASP.

 

         

                                                                                       Il Segretario Generale Agg.                                                      

                                                                                                Giuseppe Rubino*     

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.