CORONAVIRUS CALABRIA, OBBLIGO DI MASCHERINE ANCHE ALL’APERTO E TAMPONI OBBLIGATORI PER CHI VIENE DALL’ESTERO

305

Nuova ordinanza della governatrice Jole Santelli

Siamo alla stretta per prevenire i contagi in Calabria, il presidente della Regione Calabria impone l’obbligo delle mascherine anche all’aperto oltre ai luoghi chiusi e dove non è possibile mantenere la distanza.
Con una nuova ordinanza, la n. 60 ordina altre prescrizioni, oltre la mascherina anche i tamponi obbligatori per chi proviene dall’estero per rientrare in regione.
Di seguito quanto scritto nell’ordinanza della Santelli
RITENUTO NECESSARIO anche in considerazione dell’andamento dei focolai e dei casi attivi
Covid-19 registrati nell’ultimo periodo in Spagna, Repubblica di Malta, Grecia e Croazia, ai fini del
contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19:
-prevedere misure di prevenzione aggiuntive a quelle già fissate nel DPCM 7 agosto 2020 e
dall’Ordinanza n. 59/2020;
-prevedere per le persone fisiche che intendono fare ingresso o rientro nel territorio regionale – con
tratte dirette o attraverso scali o soste intermedie – avendo soggiornato o transitato nei quattordici
giorni antecedenti nei suddetti Paesi, ferme restando le disposizioni di cui al decreto del Presidente
del Consiglio dei ministri 7 agosto 2020, l’applicazione le seguenti misure di prevenzione, alternative
tra loro:
a) presentazione dell’attestazione di essersi sottoposti, nelle 72 ore antecedenti all’ingresso nel
territorio regionale, ad un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone con risultato
negativo;
b) obbligo di sottoporsi ad un test mediante tampone rino-faringeo entro 48 ore dall’ingresso nel
territorio regionale presso l’Azienda Sanitaria Provinciale territorialmente competente;
-disporre l’obbligo dell’uso delle mascherine o altre protezioni idonee a proteggere le vie
respiratorie, in tutti i luoghi chiusi e all’aperto accessibili al pubblico, nelle circostanze in cui la
distanza interpersonale non possa essere rispettata, fermo restando in ogni caso il divieto di
assembramento;
-confermare tutte le altre misure già fissate nell’Ordinanza n. 59/2020, integrando le disposizioni
conseguenti al censimento obbligatorio degli spostamenti, con quanto fissato nel presente
provvedimento;
-dare mandato ai Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende Sanitarie Provinciali per l’esecuzione
delle predette misure, nonché delle relative attività di controllo e verifica del rispetto dei
provvedimenti regionali adottati per l’emergenza, anche in coordinamento con le altri Istituzioni
competenti per materia, con particolare riferimento agli stabilimenti delle aree turistico-ricettive, agli
esercizi pubblici e alle aree pubbliche;

Clicca per scaricare l’ordinanza

 

 

 
 
 
 
Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.