SERIE D | IL SAN LUCA VOLTA PAGINA MISTER CRIACO INDICA LA VIA

233
Dirigenti al lavoro per il rientro di Ciccio Maviglia
Difesa e attacco appaiono i reparti meglio attrezzati A centrocampo servono almeno due-tre innesti

Con la firma sul contratto che legherà il nuovo allenatore Leo Criaco al San Luca per un anno Il San Luca volta letteralmente pagina. Adesso bisogna soltanto capire se la rosa fin qui allestita sta bene al nuovo condottiero o se invece, come si pensa, Criaco vorrebbe recuperare alcuni dei tanti elementi che a De Angelis e al gioco che aveva in testa il tecnico cosentino, non andavano bene. A leggere tra le righe, Mammoliti e Martino continueranno a far parte della nuova rosa, e se è possibile bisogna fare di tutto per recuperare il centrale Ciccio Maviglia, il quale sembra essersi accordato con la Bovalinese in Eccellenza. Maviglia, secondo il nuovo tecnico dovrebbe, insieme a Pitto e il nuovo acquisto Cordova (che ha firmato un contratto che lo legherà al San Luca fino al 30 giugno 2021) costituire la batteria di centrali a difesa della porta che ancora una volta sarà occupata dal fortissimo Lautaro Callejo. Un portiere del 2000 molto seguito, al quale sarà affiancato un altro under del quale si dice un gran bene. Il nome che circola è quello del 2002 Domenico Zampaglione, in forza quest’anno nella Primavera del Benevento. Mentre l’esperto Carmine Caputo sarà il terzo portiere, ma fatto ancora più importante, sarà anche il preparatore dei numeri uno in forza al San Luca.

Il pacchetto difensivo, con la conferma di Pitto, Lomartire, Arcuri, Muradaca e l’arrivo di Cordova, sembra quello più pronto, anche se, come ha spiegato Francesco Pizzata, uno dei responsabili dell’area tecnica, è possibile ancora l’arrivo di qualche altro difensore che ha già conosciuto la serie D.

Per quanto riguarda la batteria degli attaccanti dopo il “colpo” di Bargas e la conferma di Pelle, Bruzzaniti, Mammoliti e il giovane Francesco Giorgi, classe 2002, si aspetta la firma di un altro giovane attaccante, scuola reggina, Daniele Giaimo, un 2001 che nel campionato appena concluso è stato uno dei punti di forza della Cittanovese malgrado la giovane età. Nelle intenzioni della società si pensa ancora a rimpinguare il reparto avanzato inserendo un altro giovane di belle prospettive sul quale però vige il massimo riserbo.

Da attrezzare il centrocampo, dove con il recupero di Martino, i calciatori a disposizione sono soltanto quattro: Carbone, il nuovo acquisto Amato e Romero se anche il nuovo allenatore è convinto che il fortissimo argentino è più un centrocampista e non un attaccante. In questo reparto servono almeno due-tre volti nuovi. Elementi di categoria. Ogni mossa sarà ben ponderata, per il bene del San Luca.

ANTONIO STRANGIO (Gazzetta del Sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.