SERIE D | ROCCELLA NON CI STA, PRONTO IL RICORSO

211

Pronto il ricorso. Subito dopo la pausa di Ferragosto, infatti, il neo presidente Romeo Bruno, assistito da un pool di legali di tutto rispetto, inoltrerà ai giudici della Corte federale d’appello della Figc, il ricorso relativo alla sentenza di condanna, da parte del Tribunale federale, della società reggina a cui i giudici romani, non tenendo conto minimamente delle giustificazioni fornite dai vertici del club ionico, hanno inflitto un punto di penalizzazione in classifica, decretando così la retrocessione del Roccella. Secondo il club il verdetto è palesemente in contrasto con quanto realmente è avvenuto in questa vicenda sportiva viziata da errori procedurali da parte degli organi sportivi della Figc visto che il cosiddetto “lodo arbitrale legato al mancato pagamento degli emolumenti, nella stagione 2018-2019, all’ex allenatore Domenico Giampà” era stato, dalla stessa lega, archiviato a maggio scorso e non poteva essere riaperto a luglio. Sulla vicenda, ritenuta pure un danno enorme all’immagine della cittadina, con un post sul suo profilo social è intervenuto pure il sindaco di Roccella, Vittorio Zito. «Dopo tanti giorni dall’avvenuta iscrizione al campionato di serie D – ha evidenziato – il Tribunale Federale ci ha tolto un punto sulla classifica bloccata a causa del lockdown agli inizi di marzo scorso. E per questa penalizzazione il Roccella dovrebbe retrocedere in Eccellenza. Ciò mortifica i valori dello sport e calpesta ogni principio logico-giuridico».

ANTONELLO LUPIS (Gazzetta del Sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.