VERRA’ PRESENTATO MARTEDI’ SERA A SIDERNO IL LIBRO DI GIUSEPPE CAVALLO, “IL SANTUARIO NOSTRA SIGNORA DELLO SCOGLIO E FRATEL COSIMO”, EDIZIONI RUBBETTINO

283

Verrà presentato martedì 11 agosto, alle ore 22:00, in Piazza Vittorio Veneto, a Siderno, di fronte al Municipio, il libro, scritto da Giuseppe Cavallo ed edito da Rubbettino, “Il santuario Nostra Signora dello Scoglio e fratel Cosimo”. Il libro racconta, in modo chiaro ed esaustivo, la storia del santuario noto in tutto il mondo e del suo fondatore, Fratel Cosimo Fragomeni. L’opera, che è già stata diffusa presso il Salone del Libro di Torino, è essenziale ed è corredata da oltre cento fotografie, molte delle quali storiche e/o inedite, e da tutte le preghiere scritte dai Vescovi, in onore di Nostra Signora dello Scoglio e da Fratel Cosimo, in onore della Madonna e anche di sant’Emidio, protettore contro i terremoti, al quale lui è molto devoto e per il quale è stata realizzata una apposita cappella all’interno del santuario. Alla presentazione, che verrà curata dal giornalista Gianluca Albanese, che dialogherà con l’autore, presenzierò il Vescovo della Diocesi di Locri – Gerace, che ha redatto la prefazione del libro, monsignor Francesco Oliva. “Come ha espresso il Vescovo” – ha dichiarato il rettore del santuario Nostra Signora dello Scoglio, padre Raffaele Vaccaro – “il libro scritto da Giuseppe Cavallo è il racconto appassionato di chi si lascia guidare dall’entusiasmo di un vissuto, che ha tanto orientato la sua vita ed il suo cammino di fede. Giuseppe Cavallo, conosciuto per la sua abilità e tecnica nel mondo delle arti marziali, quale maestro internazionale di difesa personale, conosce bene i fatti di cui tratta essendo vicino a Fratel Cosimo da oltre 40 anni. Sono già tante le riviste e le reti televisive in cui l’ottima opera di Giuseppe Cavallo è stata recensita” – ha infine concluso il rettore – “ e noi riteniamo che sia un mezzo importante per conoscere la vera storia ed essenza del Santuario e dell’opera mariana, fondata da Fratel Cosimo, oltre mezzo secolo fa.”

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.