LOCRI: DISCO VERDE DELL’AULA SU TARIFFE E BILANCIO

110

I sette punti sono statiapprovati con i volti della sola maggioranza

Il bilancio di previsione 2020-2022 del comune di Locri è stato approvato con i voti della sola maggioranza consiliare. Dodici voti favorevoli, contrari i 4 consiglieri di minoranza presenti in aula, anche perché «non è stato posto all’attenzione della relativa commissione consiliare per a valutazione preliminare come previsto dallo Statuto dell’Ente e dal Regolamento di funzionamento del consiglio comunale». Tutto come previsto, il gruppo di maggioranza “Tutti per Locri”, nonostante l’aria di fronda che si respira che annuncia la possibile nascita del gruppo consiliare di Forza Italia che sembra essere promossa dal neo consigliere regionale Raffaele Sainato e dalle due ex assessore Anna Baldassarre ed Anna Sofia, ha retto bene alle “stoccate” del capo gruppo di minoranza, Vincenzo Carabetta,ed a quelle del consigliere di opposizione Michele Ratuis.

La seduta consiliare è stata anche la “prima uscita” ufficiale della neo segretaria comunale, Caterina Giroldini, succeduta a Domenico Libero Scuglia che, dopo sette anni, ha lasciato Locri per andare a ricoprire l’incarico a Vibo Valentia. Prima dell’inizio dei lavori consiliari si è osservato un minuto di silenzio per ricordare l’ex consigliere comunale Bruno Chianese scomparso recentemente.

A dare il via al dibattito è stato il sindaco Giovanni Calabrese, illustrando il primo dei sette punti posti all’ordine del giorno sulle “aree destinate a residenze, attività produttive e terziarie”. Il punto, come tutti gli altri (nuovo regolamento Imu, aliquote Imu relative all’anno 2020; addizionale comunale all’imposta sul reddito delle persone fisiche 2020; tariffe Tari tassa sui rifiuti, Documento Unico di Programmazione; Bilancio Previsione), è stato approvato dalla sola maggioranza, l’opposizione ha votato contro.

Alla consigliera di opposizione Garreffa che, aveva criticato la tariffa Imu al massimo a causa della situazione di dissesto, rispondeva il consigliere di maggioranza, Raffaele Sainato. «Non facciamo bilanci falsi – ha replicato l’ex vicesindaco ed assessore -, dire che sull’Imu andiamo a gravare sui cittadini, non è esatto, forse c’è qualcuno che non ha mai pagato. Anche il consigliere di minoranza Michele Ratuis ha attaccato la maggioranza a proposito della Tari. Prima del voto finale il sindaco Calabrese ha replicato all’intervento iniziale del capogruppo Carabetta, ha ribadito che «l’amministrazione ha lavorato sodo, non trascurando nulla».

FONTE GAZZETTA DEL SUD

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.