NUOVO SEGRETARIO AL COMUNE DI LOCRI

153

Domenico Libero Scugliaha lasciato il posto a Caterina Giroldini

Cambio di guardia ieri al vertice dell’apparato tecnico-amministrativo del Comune di Locri. Al segretario generale, Domenico Libero Scuglia, che dopo sette anni lascia il Municipio locrese per andare a fare il segretario generale a Vibo Valentia, subentra, provenendo dal Comune di Roccella Jonica, la segretaria comunale Caterina Giroldini. Ieri, nel presentare alla giunta ed ai consiglieri comunali la nuova segretaria il sindaco, Giovanni Calabrese, le ha brevemente dato una prima informazione sull’andamento amministrativo di Locri. Calabrese, infatti, ha informato la segretaria intorno alla critica situazione del personale che lamenta molti vuoti in settori strategici ed importanti e sulla situazione economico-finanziaria dell’Ente. Il sindaco, nell’illustrare brevemente le linee guida su quello che l’amministrazione intenderà realizzare, ha evidenziato che esse «continueranno nel percorso realizzato in questi anni col segretario Scuglia.”. A quest’ultimo Calabrese ha rivolto un “grazie di cuore” non avendo «parole per ringraziarlo per il periodo trascorso insieme». Scuglia, ha aggiunto Calabrese, «non è stato un semplice segretario comunale. Professionista preparato, colto, intelligente, è stato un attore protagonista del mio impegno alla guida della città, un Segretario che è diventato un vero amico e un fidato consigliere. Ha lottato, gioito e sofferto come e con noi amministratori. Si è dedicato a Locri – ha sottlineato ancora Calabrese – come se fosse la sua città andando oltre agli impegnativi e difficili compiti d’ufficio». Il sindaco ha evidenziato pure che «Mimmo Scuglia, sin da subito, ha compreso il senso della nostra missione amministrativa e con grande competenza e sensibilità si è prodigato unendosi alla nostra squadra per guidarci dal punto di vista amministrativo nel percorso di rinascita di Locri». A tal proposito ha ricordato quando due «anni fa, il giorno del suo cinquantesimo compleanno, nel cuore dell’estate, era a Roma al Ministero dell’Interno a risolvere problemi del nostro Comune rinunciando a festeggiare un giorno importante con la moglie Francesca e i loro piccoli e dolci bimbi. Anche questo è Mimmo Scuglia, sempre prima il dovere e poi il piacere». Anche per questo Calabrese, nel ringraziarlo a nome di tutta la città di Locri, gli ha rivolto «il sincero augurio per una lunga e prestigiosa carriera».

p.l. – GAZZETTA DEL SUD

SERVIZIO DI NICODEMO BARILLARO

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.