SERIE A | IL GENOA CALA IL POKER AL CROTONE

85

In rete Destro, Pandev, i due nuovi acquisti Zappacosta e Pjaca, Rivière segna il goal della bandiera per i neopromossi

Esordio vincente per Rolando Maran sulla panchina del Genoa che piega 4-1 il Crotone mettendo in grande risalto i ‘vecchietti’ Pandev e Destro, ma soprattutto i nuovi acquisti, in particolare Zappacosta e Pjaca. Il neopromosso Crotone cade pesantemente sotto i colpi degli attaccanti rossoblù, rispondendo con il solo Rivière. Calabresi nonostante tutto in partita nel primo tempo, nel corso del quale hanno colpito un palo e impegnato Perin, ma sono stati sopraffatti nella ripresa. Partita piacevole tra due formazioni che giocano a viso aperto sin dal fischio d’inizio. Crotone protagonista dopo pochi secondo con Messias che va al tiro dal limite impegnando Perin alla parata a terra. Ma è una fiammata che si spegne subito perché il Genoa nell’arco di nove minuti si ritrova in doppio vantaggio. Al 6′ Pandev apre per Ghiglione con un diagonale che attraversa tutto il campo e Mazzotta liscia, permettendo così all’esterno di andare sul fondo e servire in mezzo per Destro che anticipa tutti portando in vantaggio i suoi. Passano 3′ e Pandev, lanciato da Goldaniga, entra in area e batte Cordaz con un pregevole pallonetto. Stordito dai due gol il Crotone si lancia in avanti e al quarto d’ora Simy avrebbe sui piedi il pallone del pareggio, ma non sfrutta il traversone di Molina, concludendo tra le braccia di Perin. Sul fronte opposto un Destro in grande evidenza salta l’avversario e, dal vertice di sinistra cerca il colpo ad effetto colpendo la traversa. Passato il pericolo gli ospiti accorciano due minuti dopo grazie a Riviere che anticipa tutti su un cross da sinistra di Molina complice un Perin che non si intende con i compagni. Ma il Genoa affonda senza problemi e così al 34′ si riporta avanti di due reti grazie a Zappacosta: l’esterno arrivato dal Chelsea va via a due avversari lungo la fascia sinistra, si accentra e dal limite lascia partire una conclusione che si va a infilare nell’angolino alla destra di Cordaz. Nel finale di tempo prima Simy colpisce il palo dopo una mischia, poi Ghiglione si fa murare da Cordaz un diagonale in corsa. Al rientro dagli spogliatoi Stroppa inserisce Rispoli per Mazzotta ma i suoi faticano a rendersi pericolosi contro un Genoa che, in doppio vantaggio, controlla senza troppi affanni e anzi, alla mezz’ora, segna anche la quarta rete grazie ad un diagonale precisissimo del neo entrato Pjaca, che eguaglia così Zappacosta con un gol all’esordio con la maglia rossoblù. Nel finale Destro sfiora la doppietta su assist di Pjaca ma Cordaz salva alzando in angolo. Per il Genoa rivoluzionato in agosto dal neo ds Faggiano migliore avvio di stagione non poteva esserci, soprattutto in chiave salvezza contro una possibile concorrente. Da rivedere e rinforzare invece il Crotone, che si è sciolto come neve al sole mostrando pesanti lacune in tutti i reparti.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.