SERIE D , GIRONE I : DEBUTTO AMARO PER LE CALABRESI, BENE L’ACIREALE. IN RIMONTA LE MESSINESI

127

In Serie D, si è tornati a  rivedere calcio giocato dopo tanti mesi d’inattività a causa della pandemia. Questa prima giornata non ha deluso le attese. Ha regalato emozioni su tutti i campi della categoria. Nel girone I, dove non ci sono, quest’anno, il Bari o il Palermo di turno, ci sono tutte le premesse per assistere ad un campionato combattuto per la conquista della promozione tra i professionisti.

Chi ha tutte le carte in regola per la vittoria finale, è senz’altro l’Acireale di mister Pagana, vittorioso in rimonta tra le mura amiche per 3-1,  ai danni del Rende. Rennitani ancora un cantiere aperto, dovuto un’estate alle prese con questioni extra campo che non hanno consentito alla società del presidente Coscarella di poter programmare al meglio la stagione.

 

Esordio da dimenticare per le formazioni calabresi, oltre al Rende anche le altre sono state costrette a dover rinviare il loro appuntamento con la prima vittoria stagionale. Le due messinesi rimontano con sofferenza le rispettive sfide contro Cittanovese e la matricola San Luca.

L’Acr rimonta il doppio svantaggio a Cittanova, contro la compagine guidata dall’ex Infantino,  pronta a stupire, specie dopo l’arrivo della nuova proprietà che nutre importanti ambizioni. La Fc trema contro i ragazzi dell’ex Reggina Cozza, riuscendo però a ribaltare lo svantaggio iniziale.

Parlando di matricole, a prescindere dal risultato finale, nessuna di loro ha sfigurato. Il Dattilo ha fatto soffrire a domicilio il Castrovillari di Ivan Franceschini, fortunato in extremis ad evitare la sconfitta. Per  non parlare del tris di reti rifilato dal Rotonda al malcapitato Troina.

Pioggia di goal tra Biancavilla e Sant’Agata, con i padroni di casa vittoriosi in rimonta per 4-3.  Preziosa la vittoria per 0-2 del Paternò a Roccella , un match che ha evidenziato quanto gli ionici siano ancora un cantiere aperto, a differenza della matricola sicula apparsa concreta e ben organizzata in campo.

 

Non sono mancati i goal nemmeno nella sfida tra le due new entry del girone, vale a dire tra Gelbison e Polisportiva Santa Maria Cilento. Ad avere la meglio è stata la formazione salernitana, brava ad imporsi per 3-2. La sorpresa di questo avvio di campionato, per molti è stata la sconfitta di misura del Licata sul campo del Marina di Ragusa. Una sconfitta inattesa per i ragazzi di Campanella, accreditati tra le formazioni per la vittoria finale.

Guardando questi risultati in maniera imparziale, si intuisce che sarà un campionato in grado di poter regalare importanti colpi di scena. Ognuno potrà cullare sogni di gloria.

ROCCO CALANDRUCCIO

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.