SIDERNO, LE GIUSTE CONSIDERAZIONI DI FRANCESCO SCARANO

270

Anche se la data delle elezioni amministrative di Siderno non è stata ancora definita, subito dopo il caldo periodo estivo, spazzato via dalla prime piogge i partiti e i movimenti politici riprendono a “scaldare” i loro motori Settembre si è aperto con l’ufficialità che alle competizioni elettorali parteciperà anche il neo movimento politico ” inpiediperSiderno” costituito in prevalenza da giovani ma aperto, dopo una recente assemblea, anche alla partecipazione di professionisti e non della politica locale.

Attorno a questo movimento pare esserci notevole attesa anche se – è giusto dirlo- molto dipenderà da chi sarà chiamato a guidarlo ( leggi chi sarà il candidato a sindaco) e da coloro che andranno a comporre la lista dei candidati. I commenti su questo movimento, in sede locale sono molteplici. Tra gli altri riportiamo quello dell’ex assessore Francesco Scarano ( con sindaco Mimmo Panetta) che anche se da qualche tempo si era defilato dalla politica ha continuato sempre a seguire le vicende locali. Scarano ritiene che il gruppo “inpiediper Siderno” raccoglierà ” tutte le anime del centrodestra sidernese” anche se alla assemblea che si è tenuta presso i locali dell’ Ymca erano presenti responsabili della sinistra e comunque cittadini di varia estrazione sociale. La sua considerazione, però, si spinge giustamente all’altra valutazione, quella che segnerà veramente l’andamento delle amministrative sidernesi ” Ora mancano – dice – solo i nominativi degli appartenenti al “Gruppo Fuda” e dopo sarà quasi tutto chiaro e noi elettori potremo iniziare a ragionare su ciò che sarà meglio per l ‘immediato presente e il futuro prossimo della nostra città”. In effetti manca ancora all’appello la notizia piu’ attesa: cosa farà Pietro Fuda l’ex sindaco di Siderno ? E se non sarà lui il candidato per la ex maggioranza, ancora tutta compatta, cosa succederà. Si punterà su un’altro candidato/a oppure il folto gruppo che lo ha sostenuto andrà, come si suo dire, a ruota libera e troverà collocazione in altri raggruppamenti politici ? Difficile, almeno per il momento sciogliere questo interrogativo che, secondo gli esperti, troverà una risposta solo quando sarà decisa la data delle elezioni. Ma per tornare all’ex assessore Francesco Scarano è stata significativa una sua dichiarazione ( legata probabilmente anche alla sua professione di commercialista ) sulla quale le forze politiche locali dovrebbero rifletter ” Se fossi il candidato a sindaco del 4° paese della provincia di Reggio Calabria per popolazione residente (oltre 18.000 abitanti) – dice Scarano – dedicherei un punto del redigendo programma (quello dedicata allo sviluppo economico) alle opportunità che l’inserimento nella ZES del comune di Siderno potrebbe avere sulle imprese locali. Sarebbe un modo per dimostrare la volontà di recuperare la “Leadership economica” che per decenni fu riconosciuta alla nostra città.” L’idea è da prendere seriamente in considerazione. Di Zes della Locride si parla da tempo ma sempre sottovoce e che sia una ottima occasione per riprendere seriamente il discorso è fuor di dubbio. Intanto, per tornare alle elezioni amministrative attendiamo gli sviluppi che ci saranno nei prossimi giorni.

ARISTIDE BAVA

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.