SIDERNO – LUNEDI INCONTRO PUBBLICO PER L’IMPIANTO DI SAN LEO

69

Dopo la recente notizia dell’avviso pubblico finalizzato ad un “revamping” dell’ Impianto di trattamento rifiuti di San Leo con il pericolo di aumentare la quantità a Siderno i cittadini hanno cominciato a pensare che la situazione, già grave, possa provocare ulteriori problemi . Ed ecco, dunque, che viene proposto un incontro pubblico per affrontare il delicato problema. Su iniziativa dei “Comunisti uniti per Siderno” ha trovato subito l’adesione di altri partiti, delle associazioni e di molti cittadini. L’incontro è previsto per lunedi 14 settembre presso la Sala del Consiglio comunale della città per le ore 18. Tema dell’incontro ben delineato nella nota informativa diffusa ” Ampliamento della Discarica di San Leo – Progetto Regionale affisso all’ albo pretorio di Siderno” con una appendice che recita ” Basta all’utilizzo del nostro territorio per fini progettuali oscuri”. L’invito oltre che alla cittadinanza è stato esteso ai Commissari straordinari del Comune di Siderno, alla Regione Calabria, alla Città Metropolitana, al Comitato dei Sindaci e ai Comuni dell’ Ato 5. Le frasi che accompagnano l’invito non lasciano adito a dubbi e confermano che i cittadini sono stanchi di sopportare una situazione che ormai si trascina da molti anni ma che in quest’ultimo periodo si è anche notevolmente aggravata sia per gli odori sgradevoli provenienti dall’ Impianto di San Leo che hanno fatto passare notti insonne a molti degli abitanti di quella zona, sia per la drammatica situazione che si è creata a Siderno ( ma anche negli altri centri della Locride) con spazzatura in ogni angolo di strada . Cosa che ha fortemente penalizzato il territorio anche dal punto di vista turistico per le brutte “cartoline” che sono state offerte ai forestieri. ” Siderno ha già dato” è lo slogan che campeggia nel manifesto predisposto dagli organizzatori dell’incontro e non è nuovo perchè più volte la cittadinanza ha fatto presente, anche in altre manifestazioni appositamente organizzate, che la città, in quanto sede dell’ impianto di trattamento dei rifiuti di contrada San Leo , ha subito, e subisce, delle situazioni anomale ben più gravi di tutti gli altri Comuni della Locride che proprio a Siderno conferiscono i loro rifiuti. I problemi sono legati non solo alla “puzza” che pure è stato, ed è, uno dei mali peggiori che si accompagna a questa problematica, ma anche a causa del continuo passaggio dei camions, di strade dissestate che non sono mai state riparate . e finanche della impossibilità di conferire, nei periodi di maggiore “piena” finanche i propri rifiuti in un impianto del suo territorio . Logico, dunque, che la cittadinanza protesti e logico ,pure, che si invitino gli organismi competenti a creare le condizioni per dare un assestamento definitivo alla problematica e non si continui a “tirare a campare” con provvedimenti a tampone che non possono certamente risolvere il problema. La cosa immediata da fare – è stato detto e scritto più volte – era e romane la individuazione di un sito per creare una discarica di servizio per l’ impianto di Siderno che potrebbe, intanto, risolvere il problema in attesa che venga poi’ realizzata una struttura moderna capace di ospitare e trattare i rifiuti come avviene nella città piu’ evolute. Ancora però, malgrado i solleciti, il sito per la realizzazione della discarica non è stato individuato. E se non si risolve questo primo problema si andrà avanti, purtroppo, alle solite soluzioni tampone che non servono a nulla e, anzi, aggravano la situazione.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.