Mar. Mag 18th, 2021
Il giovane Cavaleri si occuperà di “sviluppo delle aree periferiche”
Il vicesindaco Fontana si occuperà di decoro urbano, eventi, sport, strutture scolastiche e politiche ambientali

A tre mesi dalla nomina del ricostituito esecutivo comunale, a seguito delle dimissioni di Raffaele Sainato, Anna Sofia ed Anna Baldassarro, avvenute nel mese di giugno, il sindaco Giovanni Calabrese ha finalmente assegnato le deleghe ai nuivi componenti la Giunta.

Dopo quelle dimissioni, lo ricordiamo, il primo cittadino aveva ricostituito l’esecutivo nominando in Giunta accanto ai “superstiti” Giuseppe Fontana e Vincenzo Panetta, rimasti in carica, i consiglieri Domenica Bumbaca, Roberta Accursi e Piero Emilio Leone. Ecco ora che a tre mesi da quella “integrazione”, ieri il sindaco Calabrese ha assegnato in maniera ufficiale le deleghe.

Al vicesindaco Giuseppe Fontana sono state assegnate le deleghe di “manutenzione pubblica illuminazione ed efficientamento energetico, arredo e decoro urbano; organizzazione eventi, sport, manutenzione delle strutture scolastiche e impiantistica sportiva, e politiche ambientali”. All’assessore Vincenzo Panetta il sindaco ha attribuito le deleghe della “viabilità, manutenzione rete idrica e stradale, verde pubblico, edilizia residenziale pubblica e parco macchine comunali”. Il neo assessore Domenica Bumbaca oltre che delle Politiche sociali si occuperà di “politiche giovanili, coordinamento politico Ambito Sud, pubblica istruzione, cultura e pari opportunità”. Mentre la giovanissima neo assessora Roberta Accursi, alla sua prima esperienza elettiva, ha avuto assegnate le deleghe delle “attività produttive, dello sviluppo turistico e della promozione del territorio”. Infine, al neo assessore ed esperto consigliere comunale Piero Emilio Leone, il sindaco ha assegnato le deleghe a “protezione civile, ‘attuazione e aggiornamento con i numeri civici della toponomastica cittadina e tutela dei diritti del mondo animale”.

Nella giornata di ieri, inoltre, il sindaco Calabrese ha conferito al giovane consigliere e capogruppo consiliare Marco Cavaleri, l’incarico della “Programmazione dello sviluppo delle aree periferiche”. «Questo incarico fuori giunta – si legge nella delibera di conferimento – è conferito con l’obiettivo di migliorare e svolgere più efficacemente il mandato di sindaco e realizzare un migliore collegamento istituzionale tra organi eletti e cittadinanza». A tal proposito Calabrese sottolinea di ritenere necessario «avvalersi della collaborazione di alcuni consiglieri comunali, rispetto ai componenti della Giunta ai quali affidare, nel quadro delle generali funzioni di indirizzo e coordinamento, una funzione propositiva e di consulenza nei confronti del sindaco in ordine a determinate materie e servizi comunali».

Non a caso nella delibera di conferimento è specificato che essi hanno un ruolo proposivo che «si traduce unicamente in attività di collaborazione per l’esercizio delle funzioni da parte del sindaco che ne rimane unico titolare». Anche per questo non partecipano alle riunioni di Giunta. E per evitare fraintendienti di qualsasi natura Calabrese, nel conferimento dell’incarico a Cavaleri, sottolinea che per i consiglieri incaricati «non è previsto alcun riconoscimento economico».

fonte gazzetta del sud

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.