DECRETO RISTORI, SCOMPARE LA CLAUSOLA SULLE ELEZIONI: ALLE URNE A NOVEMBRE?

159

Anziché fare chiarezza, la pubblicazione in “Gazzetta Ufficiale” del testo del Decreto Ristori crea ancora più confusione tra cittadini e addetti ai lavori in merito al tanto discusso passaggio relativo al rinvio della tornata straordinaria di Elezioni Amministrative, con la quale i comuni sciolti per infiltrazioni mafiose avrebbero potuto rinnovare i propri Consigli. Nel testo, infatti, non c’è alcuna traccia dell’articolo, inizialmente annunciato e confermato dai portavoce del Governo, che esprime la volontà di accorpare le elezioni indette per il 22 e 23 novembre prossimi al primo appuntamento elettorale utile del 2021, ma si fa riferimento esclusivo alle altrettanto imminenti elezioni degli organi territoriali e nazionali degli organi professionali, ad eccezione dei casi in cui possano essere svolte per via telematica. Insomma, se anche autorità del settore avevano confermato a voce che la campagna elettorale appena cominciata a Casabona, Crucoli, Delianuova e Siderno avrebbe dovuto subire una “sospensione” fino a data da destinarsi, la carta stampata omette completamente il passaggio lasciando intendere che le elezioni di novembre potranno avere luogo regolarmente. A meno che, certo, l’ultimo DPCM non riesca ad avere l’efficacia sperata e, con la curva dei contagi in continua crescita, non si vada incontro a misure maggiormente restrittive…

 

riveraweb

 

Maria Teresa Fragomeni dice su fb: Eliminata dalla bozza del “Decreto Ristori” la norma che rinviava le elezioni al 2021…SI VOTA!!!

 

I Sidernesi, il 22 e 23 novembre, potranno scegliere a chi far guidare la propria città per i prossimi cinque anni. Potremo quindi uscire da questo periodo difficile di commissariamento che, di certo, non ha agevolato lo sviluppo e la crescita della nostra città. Buon voto a tutti… #sidernoalvoto #fragomenisindaco #siderno

 

Ma la Gazzetta Ufficiale omette anche  il rinvio elezioni dei Consigli metropolitani, per i quali, limitatamente al 2020, il termine per procedere a nuove consultazioni è fissato in 180 giorni dalla proclamazione del sindaco del comune capoluogo. È il caso di Reggio Calabria la data dove la data per la celebrazione del voto per il Consiglio metropolitano era stata già fissata per il prossimo 29 novembre.

Dunque elezioni rinviate o no ?

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.