ROCCELLA: DA FESTIVAL JAZZ AL DISCO: DUE PRODUZIONI ORIGINALI

130

Due recenti produzioni discografiche hanno arricchito e qualificato l’esperienza artistica e multiculturale del Roccella Jazz Festival “Rumori Mediterranei”. La prima è formata dall’Albanian Jazz Society Trio, in un live che si è tenuto al Porto delle Grazie il 12 agosto 2018, e rappresenta il primo caso nella storia quarantennale del Festival di un concerto registrato a Roccella e poi pubblicato all’estero. Non solo. La performance dell’AJS Trio ha avuto la peculiarità di introdurre per la prima volta in Italia il jazz balcanico nella sua migliore espressione artistica. In quella occasione il trio, composto da Ermal Rodi al sax contralto e al flauto albanese, Gent Rushi alle tastiere ed Emiljan Dhimo alla batteria, ha presentato una serie di brani della propria tradizione musicale arrangiati in chiave jazzistica e una composizione originale di Dhimo intitolata “Ionian waves”, un chiaro omaggio a “Rumori Mediterranei”.

Il secondo disco e porta la firma della “Francesco Caligiuri Orchestra”, formazione che il 1. gennaio 2020 ha inaugurato il 40. anno di attività del Festival con un applaudito concerto all’auditorium in occasione della rassegna invernale “Pop & Jazzy Christmas”. Dall’idea di Caligiuri (giovane polistrumentista, compositore e arrangiatore cosentino, tra i più attivi della scena jazzistica italiana) e del direttore artistico Vincenzo Staiano è nato l’omonimo disco del progetto inedito presentato la sera di Capodanno. Si tratta di “Arcaico Mare”, pubblicato dall’etichetta pugliese Dodicilune e ispirato al Mediterraneo come culla e incrocio di culture musicali esportate anche oltreoceano. La formazione dell’orchestra è stata ideata e organizzata appositamente per “Rumori Mediterranei” ed i musicisti sono tutti calabresi: Francesco Caligiuri (sax e flauto dolce), Federica Perre (voce), Alessandro Castriota Scanderbeg (voce), Luigi Paese (tromba), Paolo Bennardo (tromba), Giuseppe Oliveto (trombone), Gianluca Bennardo (trombone), Mario Gallo (tuba), Giuseppe Santelli (pianoforte), Carlo Cimino (contrabbasso), Francesco Montebello (batteria). Il disco un brano originale dal titolo “Rupella Antica” di Caligiuri, dedicato al senatore Sisinio Zito, ideatore del festival, e al paese di Roccella.

fonte gazzetta del sud

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.