CALABRIA ZONA ROSSA : FRAGOMENI,ABBIAMO AVUTO MOLTI MESI PER PREPARACI NON È STATO FATTO NULLA

137

Avevamo manifestato delle profonde preoccupazioni, sin dal primo lockdown, dicendo che se ciò che era avvenuto al nord, fosse capitato al Sud, il sistema sanitario non sarebbe stato in grado di affrontarlo. Da venerdì, la Calabria diventerà Zona Rossa, e ciò, non certo per il numero dei contagi, fortunatamente non ai livelli delle regioni del nord, ma piuttosto per la scarsissima capacità ricettiva del nostro sistema sanitario – dai posti in terapia intensiva all’assistenza integrata, dai pochi presidi medici ospedalieri presenti in Regione, alla mancanza di un centro Covid regionale e delle residenze per i malati. Nonostante abbiamo avuto molti mesi per prepararci, non è stato fatto assolutamente nulla!!! Adesso, il prezzo dell’immobilismo della Regione e del Governo, lo pagheranno i cittadini ed il già martoriato e vessato tessuto produttivo. Abbiamo perciò preferito rimandare la presentazione dei candidati, prevista per questa sera, per ribadire, ancora una volta, che anche noi daremo il nostro apporto per portare la voce dei sidernesi nelle sedi opportune, affinché si possa trovare una soluzione che non ci penalizzi per un deficit strutturale che i calabresi non hanno voluto e di cui non possono e non intendono pagare il prezzo.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.