5 Dicembre 2020

“È con sdegno che mi sento di replicare alle gravi affermazioni del Senatore Morra, presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, rilasciate a caldo dopo la notizia dell’arresto del Presidente del Consiglio Regionale Domenico Tallini. Non intendo entrare naturalmente nella vicenda giudiziaria- sottolinea Sainato – su cui dovrà pronunciarsi la magistratura, ma ritengo insopprimibile esprimere tutta la mia disapprovazione verso le affermazioni gravi ed offensive dirette alla Presidente Santelli, deceduta appena un mese fa e verso il popolo calabrese. Affermazioni non certo degne di un rappresentante istituzionale. Stigmatizzare la malattia e soprattutto una malattia come il cancro, che Jole Santelli ha sempre affrontato con forza e senza dare segno alcuno di stanchezza o incapacità, è una offesa nei confronti dei tanti malati oncologici, che pur sotto cura, svolgono quotidianamente le loro normali funzioni istituzionali, lavorative e famigliari. Mi sento di esprimere la vicinanza invece a tutte le cittadine ed i cittadini calabresi e non solo, che si sono sentiti offesi dalle dichiarazioni di Nicola Morra, espresse gratuitamente nei confronti una donna di valore, che ha sempre fatto politica e ha ambito a rappresentare al meglio la sua terra nella sua lunga attività di parlamentare ed amministratore locale e regionale. Non per nulla da più parti si è richiesto dopo la sua dipartita di intitolarle la sede della Cittadella regionale di Germaneto”.

 

L’addetto stampa del Consigliere Regionale Raffaele Sainato

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.