Mar. Gen 19th, 2021

Un meeting ricco e formativo quello che si è tenuto sulla piattaforma Zoom, dal titolo “Le Politiche di coesione per costruire il futuro dei nostri territori: dal passato alle opportunità future dei Fondi Europei 2021 -2027”, organizzato e promosso dalle reti di informazione della Commissione Europea Europe Direct e Entreprise Europe Network operanti in Calabria con gli sportelli di Gioiosa Jonica la prima e di Lamezia Terme la seconda, con l’apporto del CDE, centro di Documentazione europea di Catanzaro, con il responsabile Paolo Romano. I ragazzi del liceo Scientifico Zaleuco, guidato dal Dirigente Carmela Rita Serafino, che anche quest’anno parteciperanno al percorso ASOC (A Scuola di Open Coesione) con il team “Eco – mind”, hanno preso parte all’evento, confrontandosi con i vari aspetti della Politica di Coesione e la nuova Programmazione dei Fondi Europei 2021 – 2027. Ad aprire l’incontro la dott.ssa Alessandra Tuzza dell’Eurokom, che ha presentato gli ambiti sui quali si soffermerà la nuova Programmazione: un’Europa più intelligente; un’Europa più verde; un’Europa più connessa; un’Europa più sociale; un’Europa più vicina ai cittadini. Quindi da ciò si può evincere che si userà un’economia più circolare, garantendo più flessibilità ed efficienza nell’uso delle risorse. A seguire una tavola rotonda da parte di istituzioni regionali ed Europee sulle realizzazioni effettuate grazie ai fondi comunitari ed alle programmazioni relative ai fondi indiretti per lo sviluppo. Un quadro a tutto tondo su cui sono state stimolate le istituzioni locali e, primi fra tutti i comuni, beneficiari diretti dei fondi per la coesione, ma anche le imprese e gli studenti a disegnare il futuro per i loro territori. Ciò è stato possibile grazie alla presenza di Unioncamere di Lamezia Terme e la Presidenza Regionale Anci, retta da Francesco Candia. E’ emerso, poi, il punto di vista degli esperti delle istituzioni di raccordo, come la cabina di regia di Bruxelles di Unioncamere Europa che è intervenuto nella persona di Flavio Burlizzi, delineando i punti forti della nuova Programmazione. Dopodiché si è parlato della storia delle politiche di coesione, il loro prossimo futuro in via di definizione ed il ruolo della cittadinanza attiva da parte dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria con Francesco Calabrò. Non meno importante l’intervento di Pier Virgilio Dastoli, già direttore della Commissione Europea in Italia e presidente del CIME, Consiglio del Movimento Europeo in Italia. Al termine i ragazzi dello Zaleuco hanno voluto evidenziare, attraverso alcune domande, molto pertinenti e mirate, formulate dalle project manager Clara Bumbaca e Gioia Cusato, l’annosa questione dell’iter burocratico dei finanziamenti; la lotta contro le frodi e l’importanza del lavoro di monitoraggio ASOC. Da questo incontro i ragazzi del team “Eco – mind” hanno trovato notevoli spunti e punti di partenza preziosi per il nuovo percorso di monitoraggio civico. Questa volta i nostri intrepidi cittadini saranno alle prese con i finanziamenti per il progetto “RIEFFICIENTAMENTO PRELIMINARE DEGLI IMPIANTI DI TRATTAMENTO TMB DI SIDERNO E GIOIA TAURO E DELLE ESISTENTI LINEE WTE DI GIOIA TAURO”, con particolare attenzione all’impianto di san Leo (Siderno), una criticità molto sentita sul territorio, sia dalla popolazione che dalle amministrazioni locali. Il percorso di monitoraggio permetterà loro di diventare osservatori attenti e propositivi di come questi fondi debbano essere attivati, attraverso confronti costruttivi, che possano portare a soluzioni di miglioramento ambientale, prendendo come guida l’Agenda 2030 dell’ONU per lo Sviluppo Sostenibile. I ragazzi, da monithors in erba, scuoteranno le coscienze locali con la preponderante lungimiranza della loro età, perché loro è il diritto di acquisire un ambiente sempre più vivibile, sicuro, sano e propositivo, nella certezza di poter essere cittadini attivi e responsabili, custodi di un territorio, che merita bellezza e valore, per la sua grandezza passata, per le sue possibilità future. Con questi intenti il team “Eco – mind” si accinge a monitorare…e allora che il monitoraggio abbia inizio!      

                                                                                   Referente ASOC – Luisa Totino

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.