Ven. Mar 1st, 2024

Il circolo Pd sollecita anche maggiori informazioni sul fronte covid-sanità

Continua dopo la pubblicità...


Calura
StoriaDiUnaCapinera
Testata
RistoroViandante
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Il locale circolo del Pd, coordinato da Giusy Massara, ha indirizzato alla commissione straordinaria (Maria Stefania Caracciolo, Matilde Mulè e Augusto Polito) una nota in cui facendo riferimento alla drammatica situazione epidemiologica che stiamo vivendo, acuita dalla crisi sanitaria calabrese, invita «senza indugio, all’adozione anche a livello comunale di azioni pienamente responsabili che mirino verso diversi obiettivi non più differibili, sia sul piano dell’informazione che su quello di supporto all’economia locale».

La nota, partendo dalla premessa che ogni nuova misura restrittiva/contenitiva «si ripercuote direttamente sulla vita familiare, sociale e lavorativa dei cittadini», evidenzia che «sarebbe assolutamente necessario avere contezza e predisporre un monitoraggio costante dell’evoluzione dell’epidemia a livello locale». Il circolo del Pd afferma di aver notato che l’ente comunale «non ha condiviso sul sito istituzionale i dati relativi alla nostra regione, suddivisi per provincia appena disponibili, unitamente ai dati del proprio territorio comunale. Dati che, attualmente, anche altri comuni del comprensorio stanno pubblicando mentre ciò non accade per Siderno». Secondo ilo Pd questa è «una base di conoscenza essenziale che, se trasparente e condivisa, può consentire una consapevolezza ed un confronto di merito, utile per tutti e per favorire un ambiente di piena e leale cooperazione, così come altrettanto opportune sarebbero le pubblicazioni afferenti la riattivazione del Coc e dei referenti/responsabili Covid comunali presso cui eventualmente rivolgersi».

Si aggiunge inoltre che «alle misure restrittive, comunque definite e richieste ai cittadini e al sistema economico, devono corrispondere pienamente adeguate e immediate misure di ristoro e risarcimento. Ci preme quindi sapere quali accorgimenti siano eventualmente allo studio della commissione straordinaria per far fronte al grido disperato degli operatori economici sidernesi, direttamente e indirettamente interessati dalla nuova chiusura e se sia possibile usufruire dei fondi di cui al decreto del direttore centrale della Finanza Locale n. 117078/2020 del 29.10.2020, col quale è stato disposto il riparto, per l’anno 2020, delle risorse rinvenienti nell’anno 2019 da altro capitolo dello stato di previsione della spesa del Ministero dell’Interno, che incrementano il Fondo istituito dall’articolo 1, comma 277, della legge n. 205/2017, finalizzato alla realizzazione e alla manutenzione di opere pubbliche negli enti locali che si trovano nella condizione di scioglimento, ai sensi dell’art. 143 del D. Lgs. n. 267/2000 e che, pare, siano state assegnate nella misura di € 218.000,00 circa. Una ventata di ossigeno per l’economia locale – aggiunge la nota – che potrebbe riattivare il ciclo produttivo».

La richiesta, è detto in conclusione, «perché la cittadinanza, già sofferente, sia portata a conoscenza, nella consapevolezza che pur con diversi livelli di responsabilità sia indispensabile lo sforzo di tutti per far prevalere una superiore volontà solidaristica per costruire un orizzonte credibile, frutto di scelte responsabili e capaci».

a.b.

Print Friendly, PDF & Email