Dom. Mag 22nd, 2022

Ordinanza sindaco, intensificati controlli contro fenomeno

Il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà ha emesso un’ordinanza con la quale impone il divieto di scoppio di petardi e similari dal 21 dicembre al 7 gennaio 2021. “E’ diffusa la consuetudine – scrive il sindaco – di festeggiare con il lancio di petardi, botti e artifici pirotecnici di vario genere, concentrati in particolare nella notte di capodanno, ma anche, seppure in modo più sporadico, nei giorni immediatamente precedenti e successivi. Tale pratica è spesso causa di danni e lesioni alle persone, anche gravissimi, che possono colpire sia chi maneggia tali strumenti, sia chi possa venirne accidentalmente colpito. Tale pratica, a causa del volume di forza esplodente, provoca, altresì, effetti traumatici agli animali d’affezione che, per effetto del panico da rumore, possono impazzire e riportare gravi conseguenze cardiache”. Falcomatà, dopo avere ricordato che tra le conseguenze dell’esplosione dei botti c’è anche “un vertiginoso aumento delle polveri sottili”, raccomanda “di non raccogliere botti, petardi, o qualsiasi artificio inesploso, né tantomeno di provare a riaccenderli” e dispone, a partire dalle ore 12.00 del 21 dicembre 2020 e sino alle ore 7.00 del 7 gennaio 2021, “il divieto di vendita in forma ambulante di ogni tipo di fuochi d’artificio ascrivibili alla categoria IV e V del TULPS, il divieto di utilizzare, lanciare, sparare e accendere, ogni tipo di fuoco d’artificio, il divieto assoluto di qualsiasi manipolazione dei prodotti in argomento” e dispone “l’intensificazione da parte degli agenti della Polizia Municipale dei controlli”.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI