Lun. Gen 25th, 2021

 

Chiesto un incontro immediato con la commissione dell’Asp reggina

Dopo la mobilitazione spontanea sorta per invocare la realizzazione della Casa della Salute di Siderno che nelle ultime settimane è andata sempre più crescendo e ha registrato l’adesione di molti cittadini e di tutte le forze politiche presenti sul territorio, è stata avvertita la necessità di costituire un Comitato «rappresentativo dei cittadini e di esponenti dei vari gruppi». Il comitato è composto dai rappresentanti del “Comitato Casa della Salute – Sì” nelle persone di Sasà Albanese, Francesco Martino, Anna Romeo, Adriana Audino, Antonio Guerrieri e dalle forze politiche: Comunisti Uniti per Siderno (Antonio Sgambelluri, Alessandro Siciliano), “In piedi per Siderno” (Antonella Avellisi, Stefano Archinà), “Noi per Siderno” (Antonio Cutugno, Concetta Gaudio), Partito democratico Siderno (Maria Teresa Fragomeni, Emmida Multari), “Rilancio di Siderno – Barranca Sindaco” (Domenico Barranca, Carmelo Tripodi), Sinistra Italiana (Giuseppe Oppedisano).

Il nuovo Comitato come primo atto ha chiesto un incontro alla Commissione straordinaria dell’Asp di Reggio Calabria con una nota inviata per conoscenza anche al commissario regionale ad acta, Guido Longo, al presidente della Regione facente funzioni Antonio Spirlì, al prefetto Massimo Mariani, al sindsco della Città Metropolitana Giuseppe Falcomatà, alla commissuione straordinaria di siderno e a Gino Strada: l’obiettivo è ottenere una risposta certa e urgente sulla situazione oggi esistente e, in particolare sul perché si siano verificati i gravi ritardi nell’attuazione della Casa per la salute.

La richiesta del diritto alla salute è diventata la parola d’ordine condivisa del Comitato ed è una battaglia unitaria di tutta la città, nell’interesse di Siderno e della Locride. Intanto il Comitato fa sapere che continuerà la mobilitazione davanti all’ex ospedale di Siderno per la riapertura della Casa della Salute che viene ritenuta un primo passo per un rilancio della struttura al servizio delle esigenze del territorio e dei cittadini della Locride. La manifestazione comprenderà anche domenica un presidio all’esterno dell’ospedale dalle 10,30 alle 12, un corteo lungo il centro abitato dalle ore 12 in poi e il flash-mob “Illuminiamo la Casa della Salute”, alle 18 davanti all’ex ospedale. Ormai sulla questione della Casa della salute di Siderno si sono accesi i riflettori e il Comitato vuole notizie precise prima di abbassare la guardia.

Intanto ieri pomeriggio è arrivato a Siderno Simone Carolei, inviato della trasmissione televisiva nazionale “Carta Bianca” condotta da Bianca Berlinguer che ha incontrato con la sua troupe, davanti all’ex ospedale con un buon numero di cittadini per raccontare la vicenda. Tra gli altri è stata intervistata anche la cardiologa Emmida Multari già in servizio presso l’ospedale di Siderno per molti anni ed oggi anche punto di riferimento per la cardiologia di Locri. La dottoressa Multari si è soffermata sulle necessità sanitaria del territorio, che non sono solo quelle legate alla casa della salute di Siderno o all’attuale emergenza Covid, ma più in generale dell’intero sistema sanitario del comprensorio come hanno precisato anche Anna Romeo, Francesco Martino e Sasà Albanese.

ARISTIDE BAVA

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.