Mer. Gen 20th, 2021

Il virologo: “Ma quello attuale dovrebbe proteggere”

“La variante inglese del Sars-Cov-2 non dovrebbe sfuggire alla protezione della vaccinazione. Questo è dovuto al fatto che gli anticorpi promossi dal vaccino hanno un bersaglio su diversi punti della proteina spike che si trova sulla superfice del virus, quindi anche se qualche piccola parte della spike si modifica, viene comunque riconosciuta”.

Nella peggiore delle ipotesi, comunque, “non sarebbe un dover ricominciare da zero con la sperimentazione ma fare un aggiornamento della composizione del vaccino, in modo simile a quanto avviene ogni anno con quello influenzale”. A spiegarlo all’agenzia di stampa Ansa il virologo, Fabrizio Pregliasco.

 
Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.