Mar. Nov 30th, 2021

Decine di migliaia di studenti italiani al buio (e molti di più in tutto il mondo) per una crash della piattaforma per videoconferenze Google Meet, una delle più usate dalle scuole per la didattica a distanza. Attorno alle 12 e 45 il sistema è andato in tilt e studenti e professori si sono ritrovati scollegati dalle loro lezioni sul più bello della spiegazione di storia o, per i più fortunati, dell’interrogazione di greco o fisica. Chiunque provasse a collegarsi al sito riceveva come tutta risposta:«Si è verificato un errore. Riprova più tardi. Nessun’altra informazione disponibile». Non un problema minore, ma un guasto globale del sistema Google – in pochi minuti l’hashtag #googledown è diventato una delle tendenze principali su Twitter – dai servizi di posta al motore di ricerca, da Youtube a Gmail che è durato in tutto circa un’ora. Il guasto della piattaforma digitale mette in evidenza uno degli inconvenienti più ricorrenti nel corso delle lezioni a distanza: i continui problemi di connessione per lo più imputabili alle linee non sempre eccellenti di casa o, anche nel caso di un buon sistema wi-fi, di un sovraccarico quando a collegarsi è tutta la famiglia: i figli a lezione e i genitori in smart-working. Una difficoltà obiettiva che talvolta gli studenti cercano di sfruttare a proprio vantaggio accusando problemi di ricezione –

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.