Mer. Gen 27th, 2021

Aperto un doppio fronte: agevolazioni su tasse e tariffe e sensibilizzazione per favorire gli acquisiti sul territorioSarà chiesto un incontro con i responsabili dell'Assemblea dei sindaci

I commercianti e gli imprenditori della Locride cercano di fare fronte unico contro la grave crisi economica e si preparano al Natale. In un forum via web, si sono poste le basi per alcune iniziative mirate a stimolare i cittadini della Locride a privilegiare gli acquisti sul territorio.

Al forum, moderato da Rosario Condarcuri, che in apertura ha tracciato un quadro della delicata situazione esistente nella Locride, hanno partecipato il presidente dell’associazione Ascoa, Fabio Mammoliti, il presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti della Locride Ettore Lacopo, il presidente dell’Associazione commercianti di Siderno, Pino Canzonieri, l’assessore alle attività produttive di Locri, Roberta Accursi, la coordinatrice dell’Associazione imprenditori sidernesi Antonella Verteramo, il responsabile dell’associazione Nuovi Orizzonti Calabri, Claudio Vitetta, la responsabile dell’associazione commercianti Kaulon 18, Anna Maria Franco, il responsabile dell’associazione commercianti di Roccella Donato Toscano, il presidente del Comitato commercianti di Marina di Gioiosa Rocco Albanese, il responsabile dell’associazione dei produttori di Ardore, Francesco Patea, il responsabile del comitato commercianti di Bovalino, Nico Ferraro, e il presidente dell’associazione dei commercianti e artigiani di Gioiosa Ionica, Pino Agostino.

L’incontro è andato in due direzioni: la prima fare fronte unico per cercare di ottenere agevolazioni su tasse e tariffe, con lo sguardo rivolto non solo a Regione e Governo ma anche ai sindaci sulla base di una petizione già attivata a Caulonia da Anna Maria Franco; la seconda stimolare quanto più possibile i cittadini a bandire gli acquisti online. Argomenti che sono stati trattati da Fabio Mammoliti, Ettore Lacopo , Antonella Verteramo, Pino Canzonieri Rocco Albanes, Pino Agostino e via via tutti gli altri.

Tra le decisioni adottate anche la richiesta di un incontro con i responsabili dell’Assemblea dei sindaci, e in particolare con Giuseppe Campisi e Caterina Belcastro, rispettivamente presidente del Comitato e presidente dell’Assemblea per cercate di ottenere delle agevolazioni (come già avviene in molti altri posti) sulle tariffe comunali anche in considerazione delle gravi problematiche che si stanno accompagnando all’emergenza Covid. E, a questo proposito, è stato fatto rilevare che da noi, malgrado la disastrosa situazione sanitaria ,si paga il maggior importo per l’Irap che è l’imposta regionale sulle attività produttive. Francesco Patea ha posto l’accento anche sulle necessità dei piccoli negozi e Nico Ferraro ha fatto riferimento alla possibilità di consorziarsi per fare un grande negozio virtuale con le rimanenze (che in periodo di Covid sono state enormi) con una adeguata promozione. Roberta Accursi ha dichiarato la sua disponibilità a favorire ogni utile indicazione e Claudio Vitetta ha plaudito all’iniziativa che finalmente vede una notevole compattezza della categoria. In conclusione anche l’idea di creare un marchio “Locride” da esporre negli esercizi commerciali.

ar.ba.

La strada vincente della collaborazione

L’aspetto più apprezzato dell’iniziativa è stato il fatto che finalmente si è presa coscienza che per cercare di ottenere qualcosa è necessario fare fronte unico.

Vista la disponibilità dimostrata da tutti i partecipanti si è stabilito di continuare su questa strada e di cominciare ad attivare le proposte emerse dalla apprezzata strada.

Intanto sarà creato un coordinamento per avviare una campagna di comunicazione in tutti i comuni e, fermo restando quanto già deciso che sarà attentamente valutato da un apposito coordinamento, a breve avrà luogo un nuovo incontro per avviare una completa attività operativa.

ARISTIDE BAVA

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.