Mar. Nov 30th, 2021

Principi generali di Igiene e Decoro urbano impongono un doveroso rispetto di norme che garantiscano un’ampia protezione della salute dei cittadini che passi anche attraverso la tutela dell’ambiente e del paesaggio.
L’efficienza qualitativa delle aree urbane e periurbane costituisce oggi requisito imprescindibile non solo in termini estetici ma anche e soprattutto in relazione all’esigenza di sicurezza ed affidabilità delle strade e dell’ambiente tutto.
In proposito, non si può sottacere che Siderno, negli ultimi anni, ha subito disastri ecologici ed idrogeologici causati dalla inadeguata manutenzione e regolamentazione della pulizia di canali, strade, torrenti e tombini.
Si aggiunga vieppiù che, a causa dei cambiamenti climatici, sono diventate sempre più frequenti ed intense le piogge forti (c.d. bombe d’acqua) che hanno provocato allagamenti per il mancato deflusso delle acque, soprattutto in tratti in cui i torrenti sono stati “tombati”, oppure laddove i canali non sono stati ripuliti e la vegetazione (sterpaglie, canneti e arbusti) ha formato un tappo cosicché l’acqua copiosa non viene drenata regolarmente.
In tal senso, basti pensare ai ricorrenti allagamenti delle abitazioni del Rione Pescatori, ai tombini intasati tra via Trieste e via Gramsci che riversano fango e detriti sulle strade, oppure agli straripamenti del torrente Garino che hanno causato smottamenti dei terreni circostanti, instabilità e pericolo per le case edificate lungo la via omonima.
In linea generale, tantissime zone del territorio sidernese hanno registrato danni a cose ed abitazioni a causa dell’infittirsi, negli ultimi anni, di copiosi acquazzoni e dalla contestuale mancata manutenzione precauzionale.
Pertanto, ciò posto, si inoltra ulteriore richiesta affinché si proceda ad una manutenzione adeguata di strade, cunette stradali con necessario coordinamento degli interventi di pulizia accurata di qualsiasi tipo di rifiuto, fogliame, arbusti, alberi, canneti o detrito, depositato su canali di scolo, caditoie, tombini, torrenti, strade ed altre aree comunali per garantire un loro corretto funzionamento.
Si rende inoltre necessaria la pulizia e lo svuotamento dei prodotti sedimentati, per mantenere l’efficienza ed evitare così il ristagno delle acque meteoriche.
Si rappresenta che la mancata o scarsa pulizia degli spazi del territorio comunale e l’omessa o scarsa vigilanza e controllo dei servizi di pulizia del territorio comunale finiscono per determinare un degrado generalizzato.
Appare assolutamente opportun porre fine a questo stato di incuria urbano e si chiedono interventi urgenti di pulizia, soprattutto nelle seguenti aree:

1) Via Dromo Sud, dove rifiuti di ogni genere oltre a deturpare il paesaggio inquinano con le loro esalazioni e putrefazioni, l’aria, l’acqua, il suolo e creano impedimento al passaggio dell’acqua piovana nei canali di scolo;

2) Il Vallone tra via Dromo Sud e via dell’Acquedotto irriconoscibile in quanto tale, perché intasato da canneti arbusti, sterpaglie, alberi e rifiuti di ogni genere;

3) Il Vallone (Frittola) di contrada San Leo che sfocia nel Torrente Novito e poi al mare, irriconoscibile perché coperto da una fitta vegetazione;

4) La Foce del Vallone San Filippo antistante il pontile di Siderno;

5) Torrente Mangiafico;

6) Piazza della Cittadinanza Europea;

7) Via M.L.King.

La Commissione Straordinaria dia impulso tempestivamente, laddove non avesse già provveduto, ad ogni forma di intervento manutentivo, ordinario e straordinario, investendo la società incaricata della pulizia del territorio ed ogni altro ufficio competente (interfacciandosi anche con la Città Metropolitana) onde salvaguardare il necessario bisogno di sicurezza ambientale e per ridare dignità e decoro ai cittadini ed all’intera Comunità Sidernese.
Si faccia, altresì, attività sanzionatoria attraverso strumenti attivi di controllo nei confronti di coloro che, sordi alle regole della convivenza civile, deturpino l’ambiente circostanze attraverso l’abbandono incontrollato di ogni sorta di rifiuto.
Ci si appella, infine, ai cittadini affinché collaborino con le Istituzioni, segnalando eventuali ostruzioni, il mancato deflusso dei canali o dei tombini presenti nella propria zona e/o riscontrino eventuali irregolarità del vivere civile.

Partito Democratico
RipartiAmo da Siderno

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.