Mer. Gen 27th, 2021

Lamezia Terme – Sono stati consegnati modalità remota i riconoscimenti del “Premio Nazionale Astrea 2020”. “Fino a quando non avrò l’agenda rossa di Paolo non avrò pace. L’agenda è dentro le istituzioni. La verità è dentro lo Stato”, quanto affermato da Salvatore Borsellino, fratello del giudice ucciso dalla mafia che ha ricevuto il Premio Nazionale Astrea 2020 ”Pezzi di Stato trattavano con la mafia e Paolo morì per questo”. Premiata Maria Antonietta Rositani, bruciata viva dal suo ex marito a Reggio Calabria, che ha lanciato un appello: “A tutte le donne che subiscono violenza, voglio dire di non permettere mai a nessuno uomo di fare quello che è successo a me. Mai, non consentitelo mai perchè la vita è bella e meritate di viverla”. “Dico che si rinasce, eccome se si rinasce. Io quel giorno ho detto al mio ex marito, mentre mi buttava la benzina, che non sarei morta e che sarei tornata dai miei figli. Ed eccomi qua, non sono morta e sono tornata a casa dai miei figli. Torno a fare la mamma e se ci sono riuscita io possono farlo tutte le donne che si stanno trovando in quest’incubo. Insieme riusciremo a sconfiggere questi esseri ignobili”.

“Premio Astrea – si legge – in memoria anche di Filippo Ceravolo, che a 19 anni fu massacrato per errore a colpi d’arma da fuoco il 25 ottobre 2012 a Soriano Calabro, nelle preserre vibonesi Il papà Martino, collegato dalla sua casa con i conduttori della manifestazione, ha invocato ancora volta la giusta punizione per coloro che hanno spezzato la vita del proprio figlio. “Vogliamo giustizia. Giustizia per nostro figlio, che a distanza di otto anni non l’ha ancora ottenuta”. 

“Gli altri premiati della manifestazione – si legge in una nota – organizzata da Piera Dastoli e Massimo Mercuri e che quest’anno si è tenuta in modalità remoto, per via dell’emergenza sanitaria in corso, sono stati: Memo Remigi, cantante, autore, conduttore televisivo. Remigi, collegato dalla sua abitazione milanese è stato premiato per i suoi 55 anni di carriera artistica.  Per lo sport il premio Astrea è stato assegnato al campione di ciclismo Claudio Chiappucci, alias  El Diablo. Diverse volte sul podio del giro d’Italia e tour de France. A ricevere il premio nazionale Astrea è stato anche l’attore Peppino Mazzotta, uno dei protagonisti della serie di successo “Il commissario Montalbano” su Rai Uno. Mazzotta, nativo di Cosenza, riveste nella serie il ruolo dell’ispettore Fazio a fianco di Luca Zingaretti”. 

E ancora “Il premio Astrea per la scrittura è andato a Massimo Benenato grazie al suo ultimo successo “Sotto le stelle di Roma” . Benenato è figlio del grande comico Franco Franchi (vero nome Francesco Benenato), che insieme a Ciccio Ingrassia, formò quella che fu denominata la “coppia d’oro del cinema italiano”.Gli organizzatori hanno voluto dedicare dei momenti della kermesse a loro due. Premio anche a Pino Aprile. Giornalista meridionalista ha lavorato in Rai al settimanale di approfondimento del Tg1, TV7, e con Sergio Zavoli, nell’inchiesta a puntate “Viaggio nel Sud”, vicedirettore di “Oggi” e direttore di “Gente”.   Riconoscimento all’università telematica Pegaso, la più scelta dagli italiani. Ad intervenire, sono stati il presidente nazionale Danilo Iervolino e la responsabile della sede di Lamezia Terme Caterina Carbone. Altro premio è andato al giovane archeologo Davide Mastroianni originario di Lamezia Terme”. 

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.