Lun. Apr 19th, 2021

Il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri ha scelto ieri  il Corriere della Sera per rammentare agli italiani che, oltre al Covid-19, c’è un altro virus da combattere: il malaffare.

 

Nicola Gratteri, insieme allo scrittore e professore  Antonio Nicaso, suole ripetere  nell’ articolo  una sola parola: responsabilità.
Scrive nel suo intervento il Procuratore  reggino: “Sono tante le cose da fare, ma serve una maggiore responsabilità politica. Arriveranno sussidi, ma non vanno dispersi in mille rivoli. Bisognerà tenere alta la guardia perché i finanziamenti dovranno essere investiti per creare sviluppo, evitando che le solite cricche politico-imprenditoriali possano mettere le mani sui fondi della ricostruzione”.
Per il famoso magistrato “l’etica deve tornare al centro del sentire comune e più che insegnata va praticata, testimoniata e trasmessa”.

E ancora: “L’ esempio lo si può trarre dai contadini che non smettono di seminare la terra anche se il maltempo distrugge il loro raccolto”.
Contro mafie e corruzione, non basta contributo delle Forze dell’ordine e della Magistratura: Nicola Gratteri chiama in causa, ancora una volta,  la società civile.

Lanuovacalabria.it

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.