Dom. Apr 11th, 2021

Bartolo: «Basta creare inutili assembramenti, a rischio soprattutto i più anziani»

In attesa del risultato del tampone molecolare al quale sono stati sottoposti nel giro di poche ore almeno cinquanta persone, nel frattempo in quarantena precauzionale, sono 30 i casi di cittadini di San Luca risultati positivi al Covid 19, negli ultimi due giorni. Un dato che allarma non poco la comunità e in particolare il sindaco Bruno Bartolo e il maresciallo della stazione dei carabinieri Michele Fiorentino, da mesi in prima linea per cercare di contenere entro limiti accettabili il propagarsi del virus.

Sembra che i nuovi casi, in un paese che fino ad oggi era riuscito a tenere l’indice dei contagiati al di sotto delle cinque unità, siano la diretta conseguenza della partecipazione in massa della gente agli ultimi funerali che sono stati celebrati in paese , ai quali la gente è solita recarsi in massa per portare il cordoglio personale e quello della propria famiglia ai parenti del defunto.

Una antica usanza che secondo il sindaco di San Luca, in questo momento va limitata quanto è più possibile, altrimenti, come ha spiegato in una nota, «la situazione si aggraverà e non ne usciremo più. Mi rivolgo a tutti – è l’appello del primo cittadino – e mi auguro che in questo momento che è particolare sotto tutti i punti di vista, prevalga il buon senso. Creare inutili e dannosi assembramenti significa soltanto aumentare i rischi del contagio, con grave danno soprattutto per le persone più anziane che in paese sono tante, e che come sappiamo, insieme alle persone che lamentano altre patologie, sono i più esposti al maledetto virus».

Chiaramente il sindaco non si riferisce solo alla partecipazione ai funerali, ma a tutte quelle situazioni che possono creare assembramento e in questo momento vanno assolutamente vietate.

Insomma, Bruno Bartolo invita i cittadini e in particolare i giovani, che sono quelli che ancora non hanno recepito bene la pericolosità del virus, e camminano per le strade del paese senza protezione, ad osservare tutte le prescrizioni e in particolare indossare in maniera corretta la mascherina, tenere le dovute distanze ed evitare i posti affollati, le cause principali dell’espandersi del virus. Nel caso contrario, ha fatto capire, la situazione peggiorerà e anche se a malincuore per le festività in corso, sarà costretto a chiedere l’applicazione di misure più urgenti e drastiche.

ANTONIO STRANGIO (Gazzetta del Sud)

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.