Lun. Gen 25th, 2021

Aumentano ancora i casi Covid in città. Ed è necessario mantenere alta la guardia. Il bollettino diramato dal Comune di Siderno ieri segnala un aumento di sei casi in più con tampone molecolare in isolamento , rispetto ai precedenti; inoltre un ricoverato in strutture ospedaliere e 13 casi Covid probabili con tampone rapido in isolamento. Poi 141 sono i contatti stretti di casi covid in quarantena e 12 i contatti stretti di casi covid probabili in quarantena. 52 sono, infine i casi covid negativizzati.
Intanto a Siderno ieri le lezioni sono riprese regolarmente malgrado le già denunciate proteste dei genitori degli alunni che hanno inciato ai Commissari straordinari la richiesta di chiusura a causa della paura del Covid visto che la città sembra avere un alto tasso di cittadini positivi. Alla protesta dei genitori si è anche unito il circolo di “Gioventù nazionale Siderno” che ha diramato una nota in cui i responsabili si dicono ” allarmati per la situazione in cui versa la comunità scolastica del nostro Comune. La triade commissariale sta esponendo gli studenti- aggiunge la nota, le loro famiglie, il corpo docenti ed il personale Ata ad un grave rischio di contagio Covid-19.” Nel documento, poi si fa riferimento agli “appelli di genitori ed insegnanti” che ” non sono serviti a nulla” , e a cui “i Commissari non si sono degnati di rispondere ne hanno preso un provvedimento adeguato volto alla sospensione dell’attività didattica in presenza, come indicato dal Dipartimento di prevenzione dell’ Asp di Reggio Calabria che, a causa di comprovate e determinate situazioni sanitarie, consigliava la proroga della sospensione della stessa”. Si precisa, quindi che ” Tali indicazioni sono state accolte da tutti i Sindaci della Locride, rimanendo Siderno l’unica cittadina ad averle ignorate”. Nella parte finale del documento si precisa che ” È, inoltre, necessario considerare l’assoluta mancanza di strutture Covid-19 nella Locride e che Siderno conta il più alto numero di contagi nella zona”. Quindi la nota auspica che ” i Commissari del Comune di Siderno vogliano provvedere all’immediata chiusura delle scuole come indicato dall’ egregio Dottor Mammì considerando che il diritto allo studio è primario ma da non anteporre all’inviolabile diritto alla salute”. La nota è firmata da Antonio Pio Trimboli segretario del Circolo sidernese di Gioventà nazionale.

ARISTIDE BAVA

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.