Lun. Gen 25th, 2021

“In questa fase stiamo notando una disattenzione da parte del Governo rispetto ai problemi del Mezzogiorno e, in particolare, della Calabria. A questa terra servono investimenti in infrastrutture materiali e immateriali, servono ospedali di cemento armato per curare i malati e combattere il Covid. Invece, ancora una volta, siamo costretti ad evidenziare, con preoccupazione crescente, la disattenzione della politica”. Lo ha detto il segretario generale della Uil Calabria Santo Biondo nel corso dell’esecutivo regionale del sindacato svoltosi in modalità a distanza su piattaforma web con la partecipazione del segretario generale Pierpaolo Bombardieri. “Lo Stato – ha concluso Biondo – non può permettersi che in questo Paese ci sia una Asp che non sia in grado di chiudere un bilancio a causa di conti onirici, che ci sia una Regione continuamente bacchettata dalla Corte dei conti per la tenuta economica del Sistema sanitario regionale o che non sia in grado di mettere a sistema la partecipazione pubblica regionale. O che, ancora, chi governa la Calabria si chiuda a riccio, rifiuti il dialogo sociale, sulle richieste avanzate dal sindacato rispetto alla riprogrammazione del Por. Tutto questo è inaccettabile”.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.