Mer. Gen 27th, 2021

“Iniziativa punta a progettazione spazi ideali per formazione”

Il Gruppo Giovani Edili di Ance ha organizzato anche quest’anno il progetto nazionale “Macroscuola”. “L’iniziativa – ha affermato il presidente dei Giovani imprenditori di Ance Calabria, Carlo Barberio – ha sempre avuto come obiettivo la progettazione di una scuola ideale intesa come modello di luogo di vita e di crescita. Il 2020, purtroppo, così fortemente condizionato dalla pandemia ha però cambiato radicalmente le abitudini di vita di ciascuno di noi, costringendo gli studenti di ogni ordine e grado a misurarsi con l’e-learning ed i lavoratori con lo smart working. Questa emergenza sanitaria ha così evidenziato, fra gli atri, anche il problema dell’insufficienza degli spazi fisici e delle dotazioni tecnologiche delle nostre abitazioni non in grado di soddisfare i nuovi bisogni delle famiglie”. “Per questo motivo – ha sostenuto Barberio – se nel corso delle passate edizioni del concorso Macroscuola si era chiesto agli studenti di dar vita ad un nuovo modello di scuola, oggi i Giovani di Ance vogliono scoprire, con l’aiuto degli studenti, le sembianze della casa ideale, del luogo perfetto ove i giovani possono conciliare lo studio con i momenti di vita quotidiani della famiglia. E’ l’occasione di spingere verso una riconversione delle case energivore, desuete e degradate. Il Progetto è quindi, ancora una volta, un’occasione per mettere a frutto la creatività degli studenti, permettendo loro di sperimentare modalità ‘adulte’ di progettazione”. “Più in generale poi il progetto Macroscuola – ha aggunto il presidente di Ance Giovani Calabria – può costituire anche una preziosa opportunità di collaborazione e dialogo tra scuola e sistema produttivo per un nuovo ed efficace partenariato che permetta agli studenti di conoscere l’impresa e la sua cultura e in prospettiva di aprire loro le porte delle aziende per offrire esperienze di orientamento e formazione al mondo del lavoro. Per questo motivo tutti gli Istituti scolastici secondari di primo grado interessati a partecipare al progetto ed al relativo bando potranno farlo entro il 28 gennaio presentando le relative domande. I progetti che perverranno saranno valutati in base alla originalità della proposta, alla realizzabilità dell’intervento, alla chiarezza degli elaborati presentati, alla componente innovativa del progetto e alla sua autenticità. I primi due classificati per ciascuna regione, saranno ammessi alla fase nazionale”.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.