Lun. Gen 25th, 2021

Stefania non è solo la prima mamma del 2021 reggina, ma anche la prima paziente dell’ambulatorio Bro a partorire presso il Gom. L’acronimo ‘BRO’ si riferisce alle parole ‘basso rischio ostetrico’

Nel Reparto di Ostetricia e Ginecologia del GOM di Reggio Calabria, diretto dal Prof. Stefano Palomba, la prima nata del 2021 è Elsa, nata alle ore 6:41 e di peso 3040gr. La signora Morello Stefania non è solo la prima mamma del 2021 di Reggio Calabria, ma anche la prima paziente dell’ambulatorio BRO a partorire presso il GOM. L’acronimo ‘BRO’ si riferisce alle parole ‘basso rischio ostetrico’ e identifica la gestione della gravidanza, del travaglio e del parto in maniera quanto più non medicalizzata e fisiologica.

L’ambulatorio di BRO, fortemente voluto dal Prof. Palomba, è stato recentemente istituito presso l’UOC di Ostetricia e Ginecologia seguendo le direttive regionali, nazionali e mondiali al fine di ridurre il tasso di tagli cesarei, e ridurre la mortalità e morbilità materno-neonatale contenendo, nel contempo, il dolore con procedure non farmacologiche.
La paziente, infatti, è stata seguita e gestita con tecniche ostetriche specifiche per il basso rischio, quali la doccia, il massaggio da parte del partner e posizioni libere.

Le ostetriche Domenica Monterosso, Domenica Morabito e Valentina Turco hanno assistito al parto fisiologico e totalmente naturale con l’attenta e discreta supervisione esterna dei ginecologi di turno, quali la dottoressa Tiziana Russo e il dottor Andrea Azzerboni. Si chiude così un altro capitolo di buona sanità del GOM di Reggio Calabria.

il reggino

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.