Mer. Apr 21st, 2021

Una battaglia personale quella di Nino Spirlì, che nelle sue uscite pubbliche non fa mai mancare la sua opinione riguardo l’apertura delle scuole. Dopo le parole di ieri, altre dichiarazioni forti giungono dal Presidente facente funzioni della Regione Calabria, che sta seguendo da vicino le vicende sulla crisi di governo“Fosse per me tutta la scuola sarebbe in didattica a distanza – ha affermato il leghista -, o almeno in presenza a seconda delle necessità, sapete il mio pensiero. Vediamo come evolve la situazione e intanto cosa succede al Governo. Vedremo chi si andrà ad occupare della pubblica istruzione, mi auguro non torni ad occuparsene la drammatica presenza del ministro Azzolina perché è stato il peggior tsunami che ci potesse capitare. Spero non venga riconfermata e l’Italia possa avere un ministro che ascolti le esigenze di tutti e non solo di quelli che le fanno simpatia. Mi chiedo di cosa ce ne faremo di tutti quei banchi a rotelle e cosa succederà dei nostri ragazzi”. Ad affermarlo Spirlì in una delle sue classiche dirette Facebook prima della visita programmata presso la sede del 118 a Cosenza insieme agli assessori Orsomarso e Gallo.

 

Stretto web.com

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.