Mer. Apr 21st, 2021

Grazie a proposta progettuale “Radici in Aspromonte”

“Il Comune di Platì, in seguito alla pubblicazione della graduatoria regionale relativa al bando ‘Iniziative trasversali volte a rafforzare il legame tra cultura ed identità’, ha raggiunto un risultato di portata storica. La proposta progettuale ‘Radici in Aspromonte’ si è classificata al terzo posto tra i progetti ammessi al finanziamento”. Ne dà notizia una nota stampa del Comune di Platì. “Siamo felici – dichiara il sindaco, Rosario Sergi – per questo risultato. Sono profondamente convinto che ripartire dalla cultura ci consentirà di ridisegnare un modello vincente di sviluppo economico per il nostro territorio. Ringraziamo il prof. Rosario Rocca per aver realizzato il progetto e, soprattutto, per la disponibilità dimostrata verso la nostra Comunità”. “Particolare rilevanza – prosegue il comunicato – verrà riservata all’ambito della narrazione identitaria del territorio, grazie anche al coinvolgimento attivo della libreria MAG – La Ladra di Libri di Siderno, degli scrittori Antonella Musitano e Michele Papalia, del Genealogista Francesco Violi e dell’architetto Francesco Trimboli. Le diverse iniziative previste saranno finalizzate alla valorizzazione di aspetti antropologici e culturali locali e vedranno coinvolte diverse risorse associative e umane del paese. In modo particolare, la Pro Loco ‘Platinsieme’ di Platì, l’associazione etno culturale ‘Santa Pulinara’, l’associazione Pro Cirella e l’Associazione ‘Son Of Platì’ saranno, insieme all’Amministrazione comunale, co-protagoniste del progetto”. “Mi ritengo soddisfatta – afferma l’assessore alla Cultura, Anna Varacalli – per il lavoro proficuo e il coinvolgimento delle associazioni del territorio”. Le attività saranno coordinate dal Direttore artistico Carlo Frascà e, sotto il profilo amministrativo, dall’ Ing. Antonio Marvelli.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.